Morto Rocky Johnson, celebre ​wrestler e padre di The Rock

Il mondo del wrestling dice addio a Rocky Johnson, famoso lottatore canadese e padre dell’attore e wrestler Dwayne Johnson "The Rock"

È scomparso all'età di 75 anni Rocky Johnson, popolare lottatore di wrestling professionista nonché allenatore e padre di "The Rock", il wrestler e attore Dwayne Johnson. La sua morte è stata annunciata sul sito del "World Wrestling Entertainment" con un comunicato ufficiale nel quale non sono state rese note, però, le cause del decesso. Mentre il mondo dello sport americano saluta uno dei suoi idoli del passato, il figlio Dwayne non ha ancora rilasciato alcuna dichiarazione, ma le sue parole sono attese sui social nelle prossime ore.

Soul Man, come veniva soprannominato nell'ambiente, ha avuto una carriera ricca di successi nel mondo del wrestling americano. Campione del World Tag Team, nel 2008 Rocky Johnson ottiene l'ambito riconoscimento di entrare nella Hall of Fame della WWE. Nato in Canada nel 1944, Rocky Johnson esordisce come lottatore intorno alla metà degli anni '60 combattendo nella National Wrestling Alliance. Soul Man deve lottare anche contro i pregiudizi razziali del tempo e solo dopo vent'anni ottiene il successo. Nel 1983 debutta nel World Wrestling Entertainment, la più importante federazione di wrestling statunitense, e combatte in coppia con il collega Tony Atlas, formando il duo The Soul Patrol. I due uomini sono diventati i primi campioni afroamericani del World Tag Team nella storia della WWE, sconfiggendo nel 1983 sconfitto The Wild Samoans.

Nel 1991 Rocky Johnson decide di ritirarsi dalla scena per concentrarsi sulla formazione professionistica del figlio Dwayne Johnson soprannominato "The Rock", diventato a sua volta una delle più grandi star della storia del wrestling americano. Dwayne ha portato avanti l'eredità paterna ma anche di concentrarsi sulla recitazione e in questo periodo è nelle sale cinematografiche americane con il suo ultimo film "Jumanji: The Next Level". Per lui nessuno sconto dal padre Rocky Johnson che, in un'intervista rilasciata in passato a Thehannibaltv.com, ha confessato: "Gli dissi che avevo intenzione di addestrarlo al 150 percento. Ero duro con lui. Ma lui non si è mai arreso". Ad arrendersi alla vita, oggi, è stato lui che ha però ha lasciato il segno nella storia dello sport d'intrattenimento americano.