Una mostra racconta come il tappeto possa diventare arte contemporanea

Il tappeto contemporaneo tra arte e design, una mostra in pieno centro a Milano, da oggi sino al 13 dicembre, presso Barbara Frigerio Contemporary Art in via dell'Orso 12. Ma anche un nuovo show room, a Crema, nella sede di Palazzo Bisleri Vailati (in via Mazzini 80) che si è inaugurato sabato scorso. Sono questi gli ultimi due importanti capitoli della lunga storia di Morandi Tappeti, cominciata 60 anni fa a Castelvetro Piacentino con l'azienda di famiglia e cresciuta, intrecciandosi filo dopo filo, nodo dopo nodo, all'insegna di una spiccata sensibilità estetica che ha accompagnato ogni scelta di Fabio Morandi. La stessa sensibilità lo ha condotto ad addentrarsi nel campo dell'arte con l'apertura della galleria Artetotale a Pietrasanta. E si annoda proprio a quest'ultimo filo la mostra milanese voluta da Morandi che, pur rimanendo in Italia un riferimento importante per il mercato del tappeto antico, propone vere e proprie opere annodate nate dalla collaborazione con artisti di fama mondiale. Il suo pezzo preferito Fabio Morandi lo acquistato quando aveva appena 18 anni. «Mi era costato come la macchina. Da allora sono passati venticinque anni. Macchine ne ho cambiate tante ma lui è ancora lì, sempre più bello».Red Cult