Nuova policy Instagram: oscurerà i post promozionali dei prodotti dimagranti

Instagram sta cambiando il suo volto e a breve potrebbe oscurare i contenuti pubblicitari inerenti i prodotti dietetici e i trattamenti estetici per tutti gli utenti under 18, causando un grosso danno agli influencer

Instagram è pronto a fare un ulteriore giro di vite contro gli influencer e le loro strategie di guadagno. Dopo aver avviato in via sperimentale l'omissione del numero dei like, il social network ha deciso di mettere in atto un altro strumento a tutela dei suoi utenti, un passo che potrebbe cambiare per sempre il volto di Instagram.

Quotidianamente migliaia di utenti promuovono prodotti sui social network. Quello dell'influencer è diventato un lavoro a tutti gli effetti e i guadagni possono essere straordinariamente alti. Anche in Italia sono tantissimi i volti noti, o quasi, che tutti i giorni propongono ai loro follower qualche prodotto di bellezza, ma non solo, nella maggior parte dei casi con codici sconto personalizzati. Basta un passaggio televisivo in uno dei programmi più visti dai giovani per accrescere esponenzialmente il numero di follower e diventare appetibili per alcune aziende. Moltissimi di questi prodotti sono beveroni drenanti e dimagranti. Non mancano i pasti sostitutivi e, più raramente soprattutto in Italia, pillole dimagranti. Instagram ha deciso di agire soprattutto contro questi contenuti promozionali al fine di preservare i più giovani. La prossima mossa del colosso web sembra sia quella di oscurare i post pubblicitari di prodotti dimagranti a tutti gli utenti che non hanno raggiunto la maggiore età. Lo stesso trattamento pare verrà dedicato ai contenuti dedicati ai trattamenti estetici, come per esempio i filler.

Instagram ha deciso di bannare i post che, in qualsiasi modo, possano essere destinati alla vendita e che mostrino il prezzo in ogni sua forma, codici sconto, link di reindirizzamento alle pagine degli e-commerce e qualsiasi altro strumento finalizzato alla call to action per l'acquisto. Ovviamente c'è già chi ha trovato il modo per aggirare i regolamenti, vendendo senza strategie aggressive ma utilizzando parole altrettanto efficaci per convincere i follower all'acquisto. Infatti, per ovviare alle restrizioni di Instagram basta non quantificare quanti chili si possono perdere e in quanti giorni, per esempio. È comunque un piccolo passo in avanti per combattere un fenomeno che sta assumendo contorni preoccupanti, soprattutto tra i giovanissimi, più facilmente plagiabili da messaggi pubblicitari aggressivi. È stato dimostrato che molti dei prodotti dimagranti sponsorizzati dagli influencer causino problemi di salute, soprattutto negli adolescenti in fase di crescita.