Oliver Stone, regista in tv per la "Dolce Vita". Ma non chiamatelo remake

La Dolce Vita arriva in tv e sarà diretta da Oliver Stoner, ma non sarà il remake del film di Fellini, ecco le indiscrezioni

La notizia arriva direttamente dall’autorevole Entertainment Weekly e, secondo le ultime indiscrezioni, Oliver Stone sarebbe stato coinvolto come regista per un nuovo progetto televisivo. Prodotto da Ententainment One, Mediaset Group e De Laurentis Company, la serie tv in lingua inglese, si intitolerà la Dolce Vita e sarà ambientata a Roma negli anni’50.

Non sarà però un remake del celebre film di Federino Fellini, si tratterà di un adattamento di un libro, pubblicato nel 2011, intitolato “The Dark Side of Rome in the 1950s”. Oliver Stone è stato chiamato a dirigere alcuni episodi mente, al timone del progetto, ci sarà Tom Fontana. Il creatore di “OZ” il dramma carcerario che ha fatto scalpore in tv negli anni ’90, e il fautore de “I Borgia”, torna a raccontare la società contemporanea con questa nuova e promettente produzione. Al centro della vicenda ci sarà il caso della ventunenne Wilma Montesi, la cui morte è avvenuta in circostante poco chiare nel 1953. La serie come il libro ricostruirà il caso, tra corruzione, sesso e la Dolce Vita romana di quel periodo.

Quello di Wilma Montesi è da molti considerato il primo caso di omicidio che ha interessato i giornali e l’opinione pubblica del periodo. Nell’aprile del ’53 la giovane viene trovata morta sulle spiagge di Torvaianica. Prima si pensava al suicidio poi le indagini hanno scoperto una vita che la donna cercava inutilmente di nascondere. Solo in un secondo momento si scopre che aveva partecipato ad un festino a base di droga e sesso a casa di Piero Piccioni, esponente della Democrazia Cristiana. Ancora oggi è uno dei grandi misteri della Repubblica italiana.