Paolo Perego porta Rai1 in tribunale: "Danni di immagine e economici"

La società di Lucio Presta annuncia su Twitter la citazione in giudizio della televisione di Stato per la questione di Parliamone Sabato

Fino a pochi giorni fa sembrava tornato il sereno tra Paola Perego e Rai1. Ma un tweet del marito e manager della conduttrice rivela che qualcosa è andato storto.

Ma facciamo un passo indietro. La travagliata vicenda è iniziata nel marzo scorso quando durante una puntata di Parliamone Sabato, Paola Perego si è trovata a dover elencare i sei motivi per cui è meglio scegliere una donna dell'Est. Da qui, un fiume di polemiche che ha portato al licenziamento della conduttrice e alla chiusura del programma. A giugno però la svolta. Un tweet pubblicato da Arcobaleno 3, la società del manager Lucio Presta, annuncia il ritorno in Rai della Perego. "Felici perché RaiUno ha scelto di riprendere il rapporto professionale con Paola Perego dopo un momento di 'straordinaria follia'", si leggeva.

Nei pochi mesi trascorsi qualcosa deve essere cambiato di nuovo perchè è sempre attraverso i social che il marito della conduttrice rivela di aver depositato una citazione in giudizio nei confronti della tv di Stato: "Oggi depositato atto di citazione a RaiUno per danni immagine, economici e biologici a seguito vicenda @peregopaola tribunale di Roma". Un segnale era già arrivato nei giorni scorsi quando Presta, dal profilo personale, scriveva: "Evidentemente doveva andare così! E così andrà, ma ne vedremo delle belle". Forse aveva appena ricevuto la notizia che la presentatrice non avrebbe più messo piede in Rai.