Lo sfogo di Chiofalo a "Le Iene" "Io su una carrozzina? Mi uccido"

Nel servizio delle Iene, Andrea Agresti ha seguito Francesco Chiofalo nelle ultime ore che lo separavano dall'intervento al cervello per asportare un tumore, mostrando la sua paura e disperazione

Tutte le polemiche, le chiacchiere, i messaggi sui social, spariscono di fronte all’intervista che Andrea Agresti, in un servizio delle Iene ha dedicato a Francesco Chiofalo, tronista e concorrente di Temptation island che poco tempo fa aveva improvvisamente scoperto di avere un tumore al cervello e di doversi operare d'urgenza. L’intervista comincia la sera prima dell’intervento e ha mostra quanto le apparenze possano ingannare, e quanto di fronte ad una cosa seria ed importante come la salute, tutte tutte le altre cose della vita passano in secondo piano.

Francesco ha raccontato ad Andrea quanto sapere di avere un tumore nel cervello gli abbia fatto sembrare stupido il 99% per cento di ciò che contava nella sua vita fino a quel momento. “Sono le cose semplici che mi mancheranno in caso andasse male, una cena con papà, un panino mangiato insieme al mio migliore amico, guardare la televisione mentre accarezzo il gatto, e di sicuro gli occhi di mia mamma”

Questo perché prima dell’operazione la possibilità di avere dei problemi toccava il 70%. C’era la possibilità che Chiofalo potesse rimanere paralizzato, o cieco o non fosse più in grado di parlare o di essere presente a sé stesso. “Se io mi sveglio e devo stare su una sedia a rotelle dopo, tre giorni mi uccido” ha raccontato Francesco ad Andrea Agresti tra le lacrime. Ci sono ancora tante cose che devo fare. Non sono ancora diventato papà, non mi sono ancora sposato. Sembro così, ma questa è una corazza. Ho tanti tatuaggi ma dentro sono un ragazzo di 29 anni come tutti”.

Straziante è stato anche il momento prima di entrare in sala operatoria con i genitori vicino, e il suo amico del cuore che non riesce a trattenere le lacrime. Poi Francesco che entra senza sapere come ne uscirà e la mamma che cede alle lacrime

Sette ore di intervento e poi finalmente le parole della mamma : “L’intervento è andato bene e Francesco ce la farà”. La stessa bella notizia arriva poi anche da Chiofalo stesso che con un evidente fasciatura in testa parla ad Andrea raccontando il momento del suo risveglio: “Quando ho aperto gli occhi ho visto che ci vedevo, allora ho cominciato piano piano a muovere i piedi e poi le mani e ho visto che grazie a Dio ce l’avevo fatta”. “La vita ti ha dato un’altra possibilità vedi di non sprecarla” si raccomanda Agresti, per esempio smetti di fumare” “Lo so e ne sono felice, ora la mia vita sarà diversa" gli risponde Chiofalo”.

Da quel servizio sono passati 10 giorni e le ultime notizie di Francesco sono che è ancora in ospedale e che per camminare al momento ha bisogno di un deambulatore. Nonostante questo e il fatto che abbia perso dieci chili, le notizie sono positive e tra pochi giorni arriverà l'esame istologico che dovrebbe dare, almeno a detto dei dottori esito positivo. La ripresa sarà lunga ma per Francesco si sta aprendo un nuovo capitolo della sua vita.