Prendete il volo: Brad è libero!

Come ogni bella favola che si rispetti la fine è arrivata

Come ogni bella favola che si rispetti la fine è arrivata. E per loro non è stato lieta. I Brangelina, «la» coppia, il contemporaneo esempio vivente del «duale» degli antichi greci, quel «noi-due» quasi impossibile da tradurre nel nostro mondo, dopo 12 anni di amore da fiaba sono tornati ad essere Brad e Angelina. Anzi peggio: Pitt-Jolie come verrà chiamata poi la pratica di divorzio. Col quel trattino in mezzo che allunga definitiva la distanza. È settembre. La notizia in un attimo arriva in ogni angolo del pianeta. Nel paese di Babbo Natale dove a quanto che sia inverno o estate la creatività non va mai in vacanza, la acchiappano al volo. Non erano passate infatti neppure 24 ore dall’annuncio della separazione e la compagnia aerea Norwegian acquista una pagina su tutti i maggiori quotidiani del paese. La tinge tutta di rosso, il suo colore, e ci stampa solo una frase fatta di tre parole: Brad è single. Sotto, in caratteri un po’ più piccoli, l’invito, inequivocabile e delicatamente divertente: volo per Los Angeles, sola andata, 169 sterline e le tasse sono incluse.

Imperdibile: signore prendete il volo! Brad è tornato su piazza. Il messaggio creato per pubblicizzare i voli low cost da Oslo vola leggero dalla Norvegia in tutto il mondo. Da chi se ne intende è stata ritenuta, a giusta ragione, una mossa di marketing geniale. C’è da giurare che abbia strappato un sorriso anche Brad che da marito perfetto («Sono impaziente di invecchiare - diceva lei - perché lo farò con mio marito») nell’arco di una giornata si è ritrovato a dover raccogliere i cocci da non sapere più quanti sono e dove metterli. Lei, spietata come la Lara Croft che l’aveva consacrata a Hollywood dopo avergli regalato per i suoi 50 anni un’isola a forma di cuore gli ha detto addio per «divergenze insanabili». Finita la favola col suo colpo di fulmine, la malattia, l’impegno umanitario, i sei figli (di cui 3 adottati) Quindi, Brad è libero! signore prendete il volo...