Quando la pittura ti fa crescere

Per «Art'è» esce un libro per i ragazzi dedicato a Piero della Francesca

Angelo Crespi

Un libro che è un gioco, ma anche un dizionarietto di pittura, che si può leggere come una storia e che dà consigli pratici su come giocare disegnando: l'ultimo volume pubblicato da Art'è Ragazzi (www.arteragazzi.it) è dedicato al sublime Piero della Francesca (di cui è in corso una mostra a Forlì). Curata da un pedagogista di vaglia come Marco Dallari che insegna all'università di Trento, la collana Arte per crescere raggiunge in maggio con questo tomo i dieci titoli sui più grandi pittori di tutti i tempi, da Leonardo a Van Gogh. E si pone come uno strumento efficace e divertente per formare i bambini e i ragazzi, introducendoli alla bellezza e ai significati dell'arte.

Così scopriamo (anche noi adulti), quasi come in una fiaba, tra una filastrocca e un aneddoto, il genio di Piero di Benedetto dei Franceschi, meglio noto come Piero della Francesca, di cui non si conosce la data di nascita ma si sa che morì il 12 ottobre 1492 (giorno della scoperta dell'America), pittore eccelso e grande matematico, che perfezionò nelle suoi quadri la prospettiva e lasciò numerosi capolavori. Immaginiamo lo splendore del Rinascimento, la grandezza dei committenti, la magnificenza delle opere che hanno fatto gande l'Italia.