Raffaella Carrà: "Mio padre mi chiamava per chiedermi se ero ancora vergine"

Raffaella Carrà si confessa e rivela alcuni retroscena sulla sua adolescenza e sul rapporto col padre

Raffaella Carrà si confessa in un'intervista al Corriere della Sera. E così racconta alcuni retroscena della sua infanzia: "Mi hanno cresciuta due donne. Tre, contando la nurse inglese. Mia mamma Angela Iris fu una delle prime a separarsi nel dopoguerra. Non si risposò più. Nonna Andreina era rimasta vedova di un poliziotto di Caltanissetta. Mi vergognavo di non avere avere una figura maschile. Mio padre è stato un uomo buono e intelligente, ma inaffidabile. Non aveva alcun senso della famiglia". Poi il racconto si fa pian piano più "intimo" e la Carrà si lascia andare anche a qualche retroscena sulla sua adolescenza: "Uscivo solo con i gay. Quando in sala faceva buio, loro non cercavano di tastarti. Il babbo ogni tanto mi telefonava per chiedermi se ero ancora vergine, minacciando in caso contrario di togliermi da mia madre e dal centro sperimentale. Ero così terrorizzata che fino ai 18 anni non mi sono lasciata toccare da nessuno. Il babbo che cercavo l'ho trovato in lui, che aveva 11 anni più di me. Finalmente mi sono rilassata", spiega riferendosi a Gianni Boncompagni. Infine lancia un messaggio al mondo Lgbt: "Sono andata a ricevere il World Pride 2017 all'ambasciata italiana. Nel riceverlo ho detto: vivete questa settimana in allegria, ma le lotte non sono finite. C'è ancora 'mucho camino' da compiere per abbattere i pregiudizi".

Commenti

manfredog

Sab, 01/07/2017 - 15:54

..'Finalmente mi sono rilassata'..e confessata..col mio papà..del 'mucho camino'..!! mg. p.s.: ma va là..Carrà..

Garganella

Sab, 01/07/2017 - 17:07

ma chi se ne frega!

Fjr

Sab, 01/07/2017 - 18:17

O mamma anche la Carra' ci si mette adesso

istituto

Sab, 01/07/2017 - 18:32

La Signora Carrà che difende tanto il mondo LGBT è la stessa che ha cantato alla televisione italiana una canzone che inneggia ed esalta Satana. Non è uno scherzo, cercate il video in rete e poi ne riparliamo. Un'altra cosa. Per quelli che credono che Satana ed i demoni siano creature partorite dalla fantasia dei preti per terrorizzare il popolo, vadano per cortesia ad assistere ad un ESORCISMO. Lo si può fare facendo domanda ai responsabili della propria Diocesi. Dopodiché vediamo se dicono ancora che i demoni e l'inferno non esistono. La Signora Carrà ed signori e signore del mondo LGBT perciò si pentano finché sono in tempo perché hanno sbagliato Padrone.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Sab, 01/07/2017 - 19:29

Ma questa ormai e completamente rincitrullita.

Ettore41

Sab, 01/07/2017 - 19:57

Ed al Gran Capo Indiano Esticazzi che gliene fraga?

Ritratto di massacrato

massacrato

Sab, 01/07/2017 - 20:47

Queste sì che sono notizie!!! MOLTO, MOLTO ,TROPPO INTERESSANTI. Tant'è che mi fermo al solo titolo e tralascio l'articolo, per evitare pericolose emozioni al mio cuore vegliardo.

Ritratto di Giano

Giano

Sab, 01/07/2017 - 22:25

Cos'è, uno spot a favore della causa LGBT? Queste pagliacciate ridicole sotto forma di notizie lasciatele fare al Gazzettino dell'ARCI.

incavolatobianco

Dom, 02/07/2017 - 07:32

per favore,dateci un servizio su Topolino!

uberalles

Dom, 02/07/2017 - 08:46

Finalmente una voce autorevole commenta ciò di cui non frega una beata fava a nessuno, confermo: proprio a nessuno!!

lavieenrose

Dom, 02/07/2017 - 09:14

Poraccio, quanti soldi spesi inutilmente. E chi se ne frega.