Il re degli chef attacca Cracco e Cannavacciulo

"Io masterchef non lo guardo", confessa Gualtiero Marchesi. E sulla guria si lascia sfugguire due commenti al veleno

Che lo chef Gualtiero Marchesi non ami Masterchef è cosa nota. E dall'ultima intervista rilasciata a Libero, tra un ricordo e l'altro della sua vita tra i fornelli, non disdegna di lanciare due dure stoccate agli chef della tv più in vista del momento. Ne ha sia per carlo Cracco che per Cannavacciulo. I quali dominano quella "spettacolarizzazione" della cucina ache poco va a genio a Marchesi, il primo tra i cuochi italiani a ricevere le tre stelle Michelin.

"Io masterchef non lo guardo", confessa Marchesi. E sulla guria si lascia sfugguire due commenti al veleno. Il primo è per Cannavacciulo, il quale recentemente è stato sommerso di commenti negativi per aver detto che "l'uovo à la coque cuoce in sei minuti e quello sodo in 10-12". "Ah non lo so quanto ci mette- dice Marchesi - ho dimenticato tutto. Il guaio è che Cannavacciuolo dice di avere lavorato con me, ma non mi risulta. Ha lavorato a Capri quando io non c' ero nemmeno, facevo una consulenza. Ma lasciamo perdere. La gente intelligente e colta non guarda quelle cose, non entriamo in quel tranello". Una bocciatura senza se e senza ma.

Su Carlo Cracco, invece, Marchesi è più leggero. Ma non nasconde un po' di rancore: "È bravo ma ho perso i contatti. Distinguo tra allievo e discepolo. Quest' ultimo è quello che ha seguito la tua strada". Stavolta anche i due giudici di Masterchef hanno ricevuto i voti. E sono pessimi.

Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 22/02/2016 - 17:27

Sarà vero o è invidia mal celata?

Apophis

Lun, 22/02/2016 - 17:42

Bhe 6 -12 minuti è vero. Ma basta provare. Aihmè alzheimer colpisce tutti.

Finalmente

Lun, 22/02/2016 - 17:58

Su cracco date un'occhiata allo scandalo dell'Annunziatella, uno da cui tenersi alla larga, il classico modo di fare di certi personaggi...

Happy1937

Lun, 22/02/2016 - 21:57

Uno fa in 12 minuti l'uovo sodo piu' verde e indigeribile della storia, l'altro mette l'aglio nell'amatriciana. Non sarebbe bene se, invece di dar lezioni, andassero un po' a scuola da qualche esperta massaia? Ha ragione Marchesi, anche se non capisco neppure cosa c'entri la foglietta d'oro nel risotto alla milanese.