La regina Elisabetta insegna l’etichetta reale a Lewis Hamilton

La regina Elisabetta non perde mai la sua ironia e nemmeno il senso del dovere, tanto che durante un pranzo non ha avuto alcuno scrupolo a “istruire” il due volte campione del mondo di Formula Uno Lewis Hamilton sulle severe regole del protocollo reale

La regina Elisabetta colpisce ancora a suon di ironia e senso del dovere, due caratteristiche che ormai fanno parte del suo carattere e la rendono inarrestabile. Stavolta a essere ripreso dalla sovrana in persona è stato uno dei più famosi piloti di Formula Uno, Lewis Hamilton. L’oggetto del contendere è il galateo reale, un’arte in cui Elisabetta II può davvero dirsi imbattibile. È stato proprio il campione della Mercedes, ospite al Graham Norton Show della BBC, a raccontare il divertente aneddoto che lo vede coinvolto insieme a Sua Maestà. Naturalmente la notizia ha fatto il giro del web, come tutto ciò che riguarda la royal family.

Lewis Hamilton ha rivelato: “Ho avuto modo di essere invitato a un pranzo ed ero seduto accanto alla regina. Ero eccitato e ho cominciato a parlare con lei, che rivolgendosi a me mi ha detto indicando la mia sinistra, ‘no, parli prima con la persona alla sua sinistra mentre io parlo con quella alla mia destra e poi tornerò da lei”. Verrebbe da definire la scena come “un urto con testacoda da spavento”, in cui l’orgoglio potrebbe rimanere incastrato tra le lamiere della vergogna. Per fortuna non è stato così per Hamilton, che ha colto l’ironia sottile nelle parole della regina Elisabetta, ma anche il suo profondo rispetto per le tradizioni. Queste ultime, del resto, rappresentano l’essenza della regalità britannica e non possono essere trascurate, anche quando appaiono minuscole, persino insignificanti agli occhi di chi non le conosce.

D’altro canto le regole del protocollo reale sono tantissime, coprono quasi tutti gli aspetti della vita e della quotidianità di un Windsor ed è normale e logico che, in genere, le persone comuni (ovvero il resto del mondo) non le conoscano, a meno che non si tratti di un royal expert o di un appassionato di vicende reali. Nel caso specifico che ha per protagonisti la regina e il campione la regola vuole che durante un pasto, entro l’arrivo del secondo piatto, Elisabetta II parli prima con l’ospite seduto alla sua destra e poi con quello seduto alla sua sinistra. Dovrebbe cercare di intrattenere entrambi senza mostrare preferenze per uno dei due, in modo diplomatico. Inoltre Hamilton ha fatto un altro errore quando ha rivolto la parola per primo alla sovrana.

In realtà accade il contrario: la regina Elisabetta deve iniziare a parlare per prima, perché è lei ad avere sempre la precedenza, che si tratti di sedersi, camminare, conversare, o iniziare e finire di mangiare. È ancora lei a decidere l’argomento della conversazione ed è vietato affrontare argomenti di tipo politico. Se lo ritiene opportuno, tenderà la mano durante le presentazioni. Quando le si risponde la prima volta bisogna chiamarla “Your Majesty”, successivamente basta il semplice “Ma’am”. Alla fine è arrivato anche il turno di Lewis Hamilton per chiacchierare un po’ con la regina Elisabetta. Il pilota ha dichiarato che “è una donna molto dolce e abbiamo parlato di come trascorre il weekend, a casa e ascoltando musica. Lei è davvero cool”. Dal 31 dicembre del 2008 il pilota Hamilton ha ricevuto da Sua Maestà in persona l’onorificenza di Membro dell’Impero Britannico per “il prestigio reso agli sport motoristici britannici”. Ora ha anche un divertente aneddoto da raccontare ai nipoti.