Robert Pattinson si confessa: "Per il mio ultimo film ho vissuto solo in uno scantinato per due mesi"

Robert Pattinson è stato apprezzato dai critici per il suo ultimo film Good Time e ha dichiarato che per interpretare bene la parte ha vissuto isolato per due mesi in un seminterrato

Sono passati molti anni da quando Robert Pattinson ha recitato nei panni del vampiro Edward Cullen. Molti film e il gossip per la storia d'amore finita con la collega Kristen Stewart.

Oggi l'attore si racconta e, come riporta Io Donna, ha lasciato Los Angeles e si è trasferito nuovamente a Londra. Ha rifiutato diverse offerte di film commerciali e ora, con il film Good Time, ha conquistato anche i critici.

Proprio per questo film Pattinson ha deciso di vivere per un paio di mesi isolato per creare il suo personaggio: "Vivevo solo in un seminterrato di Harlem per tutta la lavorazione, senza mai aprire le tende, né cambiare le lenzuola – dormivo vestito. C’era una donna che viveva al piano di sopra e cercava di capire cosa stesse succedendo (ride). Pensava fossi un caso patologico, arrivavo e partivo alle ore più strane, e vivevo in assoluta clausura: ero il fricchettone che viveva nel suo seminterrato. Nessuno l’ha riconosciuta? No, non uscivo mai, neanche per cena. Ho mangiato tonno in scatola per due mesi, chissà che tasso di mercurio ho nel sangue ora! Andavo avanti esclusivamente a tonno, salsa piccante, e capsule di Nespresso", ha raccontato.

Ma grazie alla sua interpretazione nel film i critici a Cannes hanno dichiarato che Pattinson è diventato un vero e proprio attore dopo essere stato per anni l'idolo delle ragazzine. Lui stesso dice che negli ultimi anni la popolarità è cambiata radicalmente: "Vivo a Londra e lì non è un problema. Anche a Los Angeles non ci sono più i paparazzi ovunque come un tempo: è la gente a fare le foto e a piazzarle su Instagram. I giornali di gossip vendono molto meno, tutti vanno su internet, e quando non gira più il denaro, finisce la storia. È stupendo, a pensarci bene! Lei ha scelto negli ultimi anni dei progetti a rischio".