Sanremo 2019: gag di Fausto Leali su Cavallo Pazzo

Fausto Leali è apparso fugacemente per una gag al Festival di Sanremo 2019: si è trattato della citazione di un fatto realmente accaduto nel 1992

Il Festival di Sanremo 2019 si sta rivelando ricco di sorprese: tra queste l’incursione di pochi secondi di Fausto Leali sul palco dell’Ariston.

È accaduto durante l’esibizione di Fabio Rovazzi. Mentre il cantante e attore stava conducendo il proprio siparietto, Leali è arrivato vicinissimo a Rovazzi urlando: “Il Festival è truccato, lo vincerà Fausto Leali”. Al pubblico ci è voluto qualche secondo, dopo un primo choc, per elaborare il tutto, per comprendere che di fatto sul palco era apparso il cantante - vincitore della kermesse nel 1989 con “Ti lascerò” - e il tutto ha richiamato alla mente una storia realmente accaduta a Sanremo in passato.

Nel 1992 infatti, durante la conduzione di Pippo Baudo, Mario Appignani alias Cavallo Pazzo, noto disturbatore televisivo, riuscì a penetrare sul palco a pochi centimetri dal conduttore, urlando appunto le stesse parole che Leali ha ripetuto scherzosamente ieri sera, trascinato poi dalla security come accadde 27 anni fa. All’epoca, si disse che Cavallo Pazzo avesse avvisato Baudo della sua incursione la mattina precedente, e che il conduttore lo avesse fatto presente alla questura: ciononostante l’azione di disturbo è perfettamente riuscita e ancora oggi resta alla storia della kermesse.

La gag di Leali è stata perfettamente inserita nell’esibizione di Rovazzi, che ha così restituito al pubblico sanremese un momento leggero e divertente. E soprattutto identitario, perché ha ricordato al pubblico dell’Ariston e a quello televisivo di essere ancora lì a guardare il Festival 27 anni dopo l’apparizione di Cavallo Pazzo. Poco dopo, Leali è tornato sul palco per cantare con lo stesso Rovazzi e il direttore artistico Claudio Baglioni.

Commenti

HARIES

Sab, 09/02/2019 - 14:04

Sempre più gagghe e sempre meno canzoni serie e interessanti. BRAVI! BIS! Questo sarà il Sanremo più sexy della storia... 69!