Sanremo, quelle analogie tra la canzone di Noemi e di Giorgio Faletti

C'è già un'ombra sulla canzone di Noemi a Sanremo scritta da Marco Masini. Non si tratta di un vero e proprio plagio, ma forse di una strana coincidenza

C'è già un'ombra sulla canzone di Noemi a Sanremo scritta da Marco Masini. Non si tratta di un vero e proprio plagio, ma forse di una strana coincidenza. Come sottolinea Ferraris su LaStampa, la canzone La borsa di una donna, che Marco Masini ha scritto con Marco Adami e Antonio Iammarino per Noemi ha già un precedente: "Nella borsa di una donna" di Giorgio Faletti.

Pubblicato nel 2012 nell’ultimo album-libro del cantautore-scrittore astigiano, intitolato Da quando a ora. Ed ecco che Ferraris sottolinea le analogie nel testo: "Perché serve qualche istante quando c’è una vita intera che va estratta in un momento" (scriveva Faletti) e "la borsa di una donna può rivelare i suoi segreti in un momento" (conferma Masini); però "la borsa di una donna non si intona quasi mai con quel che sta vivendo", sostiene Masini, anche se "ha una tinta che s’intona al colore di una gonna", come a suo tempo notava Faletti; e se Masini ipotizza che nelle borse in questione sia "rimasto un po’ di spazio per un altro amore", già a suo tempo Faletti s’era accorto che "c’è un rossetto per un bacio a un amore mai nato". Prosegue Masini nel testo: "Vicino alle sue chiavi la solita ossessione di scordarle ancora e in quel disordine apparente la paura di restare sola" e Faletti scrive: "Che sarà se la chiave di casa adesso è cambiata però dormi da sola nel letto". Sono solo coincidenze...

Commenti

Silvio B Parodi

Mer, 10/02/2016 - 03:19

non solo sono cxxxxxi e non sanno cantare ma rubano anche le idee. andate a zappare la terra beoti.