Il sequel di Twin Peaks si farà. Ma David Lynch ha gettato la spugna

Impossibile trovare un accordo economico. Il regista molla il colpo. "Sto chiamando gli attori per dirglielo"

Per sedici mesi ha cercato di portare a casa un accordo che fosse economicamente conveniente non soltanto per Showtime, ma anche per sé, con pochi risultati. E a giudicare da quello che ha scrisso sul suo profilo twitter, ora David Lynch ha deciso di lasciare perdere.

Il regista, che nel 2016 si sarebbe dovuto mettere dietro alla macchina da presa per girare il sequel della fortunatissima serie Twin Peaks, a meno di un improvviso passo indietro non firmerà la nuova stagione, per cui sono già pronti novi episodi, i cui copioni sono stati scritti da lui e da Mark Frost.

Sembra del tutto probabile che, Lynch o non Lynch, la serie si farà lo stesso. Non si sta ancora girando ma le parti per gli attori sono pronte e non è da escludere - è lui a dirlo - che la rete televisiva scelga di portarlo comunque in porto. Quello che però si sa è chi non ci sarà. "Questo weekend ho iniziato ha chiamare gli attori - ha scritto Lynch su twitter - per informarli che non sarò io a dirigerli":