Simona Ventura: "5mila cadaveri da lasciare sul mio cammino"

Intervista grintosa di Simona Ventura a "Le Iene": «Non voglio più bene a Mara Venier, adesso ho cinquemila cadaveri da lasciare sul mio cammino»

Giovedì è andata in onda l'ultima puntata stagionale de "Le Iene" e, per l'occasione, la trasmissione di Italia 1 è tornata alle origini con un'intervista a Simona Ventura, prima presentatrice dello show, nel 1997. La conduttrice piemontese ha presentato i servizi degli inviati con gli occhiali scuri per ben quattro anni, di fatto rendendola una delle trasmissioni più amate del nostro paese ancora oggi. Attualmente Simona, che da poco ha compiuto 50 anni, è impegnata ad Agon Channel e ai microfoni de "Le Iene" ha detto di essere molto felice della scelta fatta, perché ha rifiutato di condurre diversi show nel nostro paese, anche se avrebbe molta voglia di tornare e «spaccare tutto».

Anche senza un suo show, però, SuperSimo è sempre sotto i riflettori, e negli ultimi mesi ci è finita spesso per i suoi "cinguettii": le ricordano ad esempio quando, dopo la prima sfortunata puntata dell'Isola dei famosi di Canale 5 [sospesa per maltempo, ndr], lei twittò un «grazie mille!» che a molti parve poco elegante nei confronti dell'odierna conduttrice Alessia Marcuzzi. Ma lei - che ha condotto otto edizioni del reality - non si scompone spiegando come fosse «non ironico ma per ringraziare per la valangata di messaggi ricevuti su Twitter con scritto "Simona torna"».

Altro punto spinoso per Simona, i suoi rapporti con Mara Venier dopo il litigio dei mesi scorsi: «Non le voglio bene, next question», chiosa lei. Quando le chiedono se condurrebbe un programma con la sua ex amica e la Marcuzzi, dice: «Forse sono loro che non accetterebbero». Le tre migliori presentatrici italiane, secondo lei, «siamo io, Antonella Clerici e Maria De Filippi», e non ha dubbi quando dice di essere «odiata da chi vorrebbe essere come me». Con Arisa, invece, ha chiarito e ha fatto pace; Pippo Baudo, inoltre, «prende male il fatto che non lo chiamino più, quando invece dovrebbe fare da maestro».

Simona ha parlato anche della sua vita privata: «Sono felicemente fidanzata e molto innamorata - dice - Ho rinunciato spesso all’amore per il mio lavoro. Quando ero ragazzina ho ricevuto una proposta indecente. Dopo il mio primo rapporto sessuale sono rimasta incinta e ho abortito, sono convinta che questa sia una scelta esclusivamente della donna, tanto che il padre non lo ha mai saputo». Quindi dice la sua sulla politica: «Renzi mi piace, si stava bene anche con Berlusconi, Salvini dice cose che pensano in molti ed è il nuovo Grillo. Sono una cerchiobottista».

«Cosa ti manca per essere felice?», le chiedono e lei, con la solita grinta che la contraddistingue, zittisce tutti dicendo: «Quei 4 o 5.000 cadaveri che devo ancora lasciare sul mio cammino». E quando, tra le domande di alcune ex iene storiche, Alessandro Sortino le chiede, con un gioco di parole, «come sarà la Simona ventura», risponde: «Sempre più figa di quella attuale». SuperSimo è tornata ed è più in forma che mai.