"Sono ipocondriaco e ansioso. E per entrare a Radio Deejay raccontai una bugia a Cecchetto"

Amadeus si racconta in una intervista sul settimanale Oggi e svela un'immagine inedita di sé

“Sul palco non temo nulla. Poi, quando parte la sigla di chiusura, torno quello di prima: tranquillo, ansioso, prudente, timoroso. Odio la velocità, evito i pericoli, non sono per nulla avventuroso e sono persino ipocondriaco. Se in treno uno starnutisce cambio posto e mi faccio la doccia con l’amuchina”. Amadeus si confessa in una intervista a tutto campo pubblicata sul settimanale Oggi nel numero in edicola mercoledì 2 settembre. "Appena si spegne la telecamera io voglio tornare a casa. Desidero una vita normale. Anzi, ne ho bisogno”.

Ripercorrendo la sua carriera, il conduttore rivela: "Per entrare a Radio Deejay mentii spudoratamente. All’epoca vivevo a Verona e lavoravo in una radio locale. A Claudio raccontai di fare il doppiatore e di abitare a Milano. Gli confessai la verità mesi dopo, ma non ero pentito. In Italia il lavoro è poco, e per trovarne uno i giovani devono essere pronti a combattere, anche perché i posti migliori sono già assegnati ai raccomandati”.

Commenti
Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mer, 02/09/2015 - 11:14

Chissà quante bugie, per arrivare in Rai, viste le dubbie capacità.

i-taglianibravagente

Mer, 02/09/2015 - 13:29

Beh....qui urge chiedere immediatamente un commento al grande capo Estiqaatsi.