Sputo in faccia a Gesù: bufera su House of cards

Ma il direttore di Rai 1 difende il diritto alla blasfemia: "La televisione deve raccontare il mondo in tutte le sue sfacettature"

La serie tv House of cards finisce ancora nell'occhio del ciclone. Frank Underwood, il presidente degli Stati Uniti che ha conquistato la Casa Bianca con intrighi e omicidi, si confessa in chiesa e, vedendosi rifiutare il perdono, sputa in faccia a Gesù Cristo. Una scena che ha destato pesantissime polemiche in tutto il mondo.

Per molti la scena della terza serie di House of Cards offende la sensibilità religiosa. Non per il direttore di Rai 1, Giancarlo Leone che ha in qualche modo difeso il diritto alla blasfemia: "Io non credo che la televisione debba essere l’antibiotico del mondo, ma credo debba essere in grado di raccontarlo in tutte le sue sfaccettature, anche negli aspetti più controversi e anche quando questi non ci soddisfano o, addirittura, possono crearci un impatto negativo. I racconti non sono fatti per piacerci o meno, ma per essere raccontati".

Commenti

glucatnt73

Mar, 17/03/2015 - 23:21

MI piacerebbe vedere uno di questi libertari sputare sul corano.... Paura vero??????

Ritratto di abj14

abj14

Mer, 18/03/2015 - 00:14

glucatnt73 23:21 - Mannaggia, mi ha preceduto. Meglio così, altrimenti avrei potuto essere troppo esaustivo. Il cretinetti Giancarlo Leone dice che la tv non deve essere l'antibiotico del mondo; però si dimostra essere un'accozzaglia di psicopatici. Non ho guardato il video e avrei preferito che questo quotidiano avesse evitato di proporlo.

levy

Mer, 18/03/2015 - 06:37

Il direttore di rai 1 provi a dire la stessa cosa nei confronti di Maometto, e chi ha fatto quel film giri la stessa scena anch'essa con Maometto.

Ritratto di bobirons

bobirons

Mer, 18/03/2015 - 07:33

Da ateo trovo tuttavia la battuta molto, ma mooolto, sopra le righe, altrettanto che se avesse sostituito Gesù con Ganesh, Zoroastro o altri. Ma in RAI non si fa spettacolo o cultura, vuoti come sono cercano solo il sensazionalismo.

Tobi

Mer, 18/03/2015 - 08:39

gli insulti al Salvatore sono presentati come una "sfaccettatura" della società, e non quello che realmente sono, cioè l'azione di quello con le corna. Minimizzarli significa aderire all'azione di quello con le corna, che alla fine reclamerà quelli che lo hanno seguito.

Ritratto di pedralb

pedralb

Mer, 18/03/2015 - 08:40

@glucatnt73......concordo pienamente......solo al pensiero si sporcherebbero le mutande.