Stasera chiude "L'isola" dei cavernicoli

Stasera, finalmente, si chiude quest'edizione dell'Isola dei famosi. Una delle più volgari che sia mai andata in onda.

Nonostante, almeno nelle intenzioni dei produttori (così l'avevano raccontata nella conferenza stampa di presentazione), l'obiettivo fosse quello di analizzare «l'evoluzione della specie», passando varie «prove di sopravvivenza», di «evoluto» si è visto ben poco. A meno che non si pensi che affermare in diretta di essere la regina del «doppio anale» non sia da considerarsi una moderna espressione del libero amore o esultare per «averlo messo per prima nel c... dopo che lo si è sempre preso» non sia da considerarsi una rivendicazione sociale della donna oppressa, ecco questa Isola andrebbe dimenticata al più presto.

Purtroppo non lo si può fare perché una consistente parte del pubblico televisivo, quella che adora assistere ad alcuni momenti triviali, continua a regalare ascolti allo show dei naufraghi. Per cui, finché porterà numeri Auditel e incassi pubblicitari, continuerà ad esistere. Non si capisce però perché i vertici Mediaset, in genere attenti a non travalicare i limiti, non siano intervenuti, almeno pubblicamente, per limitare i danni (e non sarebbe neppure sufficiente una possibile squalifica di Malena, la porno attrice regina del «doppio»). Così come, sempre pubblicamente, non sono intervenuti sull'episodio della rissa a Domenica Live con protagonista Filippo Facci. Per fortuna la stagione tv sta chiudendo. Speriamo nella prossima. Per la cronaca: finalisti dell'Isola sono Raz Degan, Malena, Simone, Eva Grimaldi e Nancy Coppola.