Lo strano elogio di Corona a Totti: "Sei un grande uomo, mi dispiace per i tuoi figli"

Fabrizio Corona ha condiviso su Instagram su misterioso messaggio indirizzato a Francesco Totti

La "guerra" a distanza tra Ilary Blasi e Fabrizio Corona continua e sembra non volersi fermare. Se da una parte la conduttrice del Gf Vip non ha più proferito parola sul tema, l'ex re dei paparazzi continua a punzecchiare Ilary. Su Instagram, infatti, ha prima promesso vendetta ("scateno l'inferno"), poi ha registrato una storia con la biografia di Totti, il libro incriminato che affronta il tema del presunto tradimento.

In questi giorni, quindi, Fabrizio Corona ha più volte sbeffeggiato Francesco Totti e Ilary Blasi. Frecciatine, mezze verità, battutine. E poi si arriva a oggi. L'ex re dei paparazzi ha condiviso su Instagram un misterioso messaggio rivolto all'ex capitano della Roma. Eccolo: "Sei un grande uomo. Ti ho sempre stimato e ci siamo sempre rispettati. Sei la storia del calcio italiano e sei l’unico pulito, onesto e attaccato ai valori in questo mondo di corrotti, in cui contano solo i soldi, gli status simbol e le cose effimere. Tu facevi il tuo lavoro con passione, come io facevo il mio, pur essendo moralmente criticabile, ma era pur sempre il mio lavoro e io lo amavo. Mi dispiace per ciò che è successo e mi dispiace per te e per i tuoi figli. La mia stima rimane immutata e mi lega a te un ricordo indelebile, le emozioni che ci hai fatto vivere, a me e ai detenuti della cella 116, quel giorno durante la tua ultima partita, nel tuo stadio, con la tua maglia, mentre davi il tuo addio al calcio. Onore a te capitano, continuo a stimare te e rispettare te e i tuoi figli. #capitano".

Nessun riferimento a Ilary Blasi. Nessun riferimento alla "guerra". Un messaggio misterioso. Un messaggio che ha scatenato il web. Centinaia i commenti perplessi e stupiti, commenti che hanno fatto infuriare Fabrizio Corona. "Io non ho paura di nessuno - urla in una storia su Instagram -. Non me en frega un cazzo dei tifosi della Roma. Io ho parlato di Totti e dei suoi figli. Leggete bene. Perché sono solo loro a soffrire".

Ma cosa starà succedendo? Corona sta o non sta preparando la sua venedetta?

Sei un grande uomo. Ti ho sempre stimato e ci siamo sempre rispettati. Sei la storia del calcio italiano e sei l’unico pulito, onesto e attaccato ai valori in questo mondo di corrotti, in cui contano solo i soldi, gli status simbol e le cose effimere. Tu facevi il tuo lavoro con passione, come io facevo il mio, pur essendo moralmente criticabile, ma era pur sempre il mio lavoro e io lo amavo. Mi dispiace per ciò che è successo e mi dispiace per te e per i tuoi figli. La mia stima rimane immutata e mi lega a te un ricordo indelebile, le emozioni che ci hai fatto vivere, a me e ai detenuti della cella 116, quel giorno durante la tua ultima partita, nel tuo stadio, con la tua maglia, mentre davi il tuo addio al calcio. Onore a te capitano, continuo a stimare te e rispettare te e i tuoi figli. #capitano

Un post condiviso da Fabrizio Corona (@fabriziocoronareal) in data: