Striscia la Notizia, la velina bionda: "Vittima di cyberbullismo pornografico"

Non c'è pace per la velina bionda di Striscia La Notizia. Dopo gli insulti ricevuti in passato, Mikaela Neaze Silva ha deciso di raccontare un altro spiacevole episodio

Non c'è pace per la velina bionda di Striscia La Notizia. Dopo gli insulti ricevuti in passato, Mikaela Neaze Silva ha deciso di raccontare uno spiacevole episodio che la riguarda e che ha fatto in poche ore il giro del web. Di fatto su alcune chat di WhatsApp, sono stati pubblicati alcuni audio in cui si sente la voce di una ragazza accompagnata dalla foto della stessa velina. Un episodio di cyberbullismo pornografico, come lei stessa lo ha definito.

E ai microfoni di Tg Zero di Radio Capital ha raccontato la sua storia e la sua battaglia contro questi messaggi che stanno ormai girando su WhatsApp: "“Hanno messo su whatsapp messaggi vocali di una ragazza di tipo pornografico mandati da un hacker con allegata una mia foto, chi non mi conosceva pensava fossi io. Siccome non avevo reagito agli insulti razziali, hanno cercato di colpirmi in un altro modo. Ho dovuto procedere a una denuncia alla polizia postale". Poi invita chi si trova nella sua stessa condizione a non restare in silenzio: "Sto con #MeToo, denunciate subito o anche dopo ma fatelo sempre. Capisco Asia Argento, quando sei molto giovane non sempre sei in grado di reagire. Io sono fortunata perché la redazione di 'Striscia' mi è vicina e mi aiuta".

Commenti

audace

Sab, 24/02/2018 - 17:28

Questa signorina Afghana, non fà altro che lamentarsi ignorando la fortuna, che la baciata. Se non si trova bene in Italia, perchè non torna nella sua civilissima nazione? Di certo lì, avrebbe più spazio e popolarità.

blu_ing

Sab, 24/02/2018 - 21:37

mah bionda?, sa tanto di falso.....