Svolta storica in casa Armani: "Abolite le pellicce nei miei capi"

Lo stilista ha fatto sapere che, dalla stagione autunno-inverno 2016/2017, la sua azienda non utilizzerà più le pellicce di animali per creare i capi firmati

Giorgio Armani alla presentazione della retrospettiva romana

Gli animalisti lo aspettavano da tempo: la maison Giorgio Armani ha annunciato che dalla stagione autunno-inverno 2016/2017 verrà abolito totalmente l'uso di pellicce animali per creare i capi fimati.

E' una svolta storica quella di oggi. Con un cominicato stampa la Lav, Lega anti-vivisezione, ha fatto sapere che il noto stilista Giorgio Armani non utilizzerà più la pelliccia degli animali per i suoi prodotti. “Sono lieto di annunciare il concreto impegno del Gruppo Armani alla totale abolizione dell’uso di pellicce animali nelle proprie collezioni. Il progresso tecnologico raggiunto in questi anni ci permette di avere a disposizione valide alternative che rendono inutile il ricorso a pratiche crudeli nei confronti degli animali" - ha dichiarato lo stilista.

Sono anni che gli animalisti cercano di sensibilizzare l'opinione pubblica sul tema e oggi il loro duro lavoro è stato ripagato. "Questa decisione fa onore alla maison Armani e rafforza una strada già tracciata e consolidata dalla Lav in anni di campagne antipellicce in tutto il mondo" - ha spiegato la responsabile della Lav Moda Animal Free. Giorgio Armani ha concluso l'intervento precisando che la sua azienda "compie oggi un passo importante a testimonianza della particolare attenzione verso le delicate problematiche relative alla salvaguardia dell’ambiente e del mondo animale".