Tornano "I delitti del BarLume"

Il 13 e 20 gennaio due nuovi episodi della serie con Filippo Timi

E finalmente al BarLume torna il suo eccentrico proprietario, Massimo Viviani, interpretato dal grande Filippo Timi. Dopo le peripezie in Argentina e dopo le tante puntate in cui i fan della serie ne aspettavano il rientro, ecco che il protagonista si fa rivedere a Pineta dalla procace Tizzi, dai quattro vecchietti pazzerelli che giocano a fare i detective e da tutti gli altri personaggi. E deve fare i conti con le situazioni complicate che ha lasciato. Come sempre tratti dai racconti di Marco Malvaldi, sono due i nuovi episodi (in onda il 13 e 20 gennaio su Sky Cinema Uno) de I delitti del BarLume. Nel primo, quello di dopodomani, intitolato Donne con le palle, Timi si intravede soltanto... Nel secondo, in onda il 20 gennaio, Ritorno a Pineta, il barista piomba realmente tra i suoi amici e si mette a indagare sulla morte di un suo amico. Poi si vedrà se resterà in paese. Come di consueto a rendere particolare questa serie, giocata tra il giallo e la commedia, è la simpatia dei quattro mascalzoncelli in pensione: il «quartetto uretra» capitanato dal bravo Alessandro Benvenuti (Emo), insieme ad Atos Davini (Pilade), Marcello Marziali (Gino) e Massimo Paganelli (Aldo). I quattro ovviamente non si astengono dall'indagare sull'ennesimo caso di omicidio in quel piccolo luogo (ci sono quasi più morti a Pineta che a Vigata!) cercando di aiutare la Commissario Vittoria Fusco (una convincente Lucia Mascino) e Tassone (Michele Di Mauro) con il solito contributo di Pasquale (Corrado Guzzanti). La serie, girata da Roan Johnson, è un gioiellino, nonostante alcuni alti e bassi delle puntate. I suoi attori e tutta la troupe ormai sono cittadini onorari di Marciana Marina, all'Isola d'Elba, dove da anni passano le estati sul set.