Vespa a Sabella: "Lasciateci fare il nostro mestiere

Il giornalista risponde alle critiche sulla presenza dei Casamonica a Porta a Porta: "Quando Biagi ha intervistato Sindona e Buscetta c’erano le vittime?"

Vera e Vittorino Casamonica ospiti di Bruno Vespa

Nella registrazione della puntata di Porta a Porta in onda stasera Bruno Vespa risponde così ad Alfonso Sabella, assessore alla legalità del comune di Roma, che rimproverava la trasmissione di ieri, con ospiti due esponenti dei Casamonica, di "non avere dato spazio alle vittime" dei reati attribuiti al clan: "Quando Biagi ha intervistato Sindona e Buscetta c’erano le vittime? Eppure erano mascalzoni di ben altro livello. Michele Santoro ha invitato più volte Massimo Ciancimino, Schiavone autore di tanti omicidi è stato intervistato più volte". E prosegue: "Lasciateci fare il nostro mestiere".

"Il problema non si risolve spegnendo le telecamere, ma andando ad acchiappare i criminali e restituendo dignità a questa città che non l'ha certamente persa per colpa di Porta a Porta", ha concluso Vespa.