Freccero: "The Voice si farà anche senza Sfera Ebbasta"

Secondo Carlo Freccero l'esclusione di Sfera Ebbasta da The Voice non fermerà l'edizione del reality

È ancora in divenire la giuria della nuova edizione di The Voice, il talent show condotto da Simona Ventura e fortemente voluto da Carlo Freccero. Dopo l’esclusione di Sfera Ebbasta e il forfait di Fremantle, l’edizione è seriemente a rischio, eppure il direttore di Rai 2 afferma: “The Voice partirà il 23 aprile.” Lo rivela in un’intervista che, qualche giorno, fa ha rilasciato a Il Messaggero.

“Troveremo al più presto un sostituto. Pensavo che la Rai fosse pronta a giudicare il politicamente scorretto in musica ma invece non è così.” Il no al rapper è arrivato dall’AD Fabrizio Salini, dato che sono ancora in corso le indagini sulla tragedia in cui è stato coinvolto lo scorso 8 dicembre. “Sono molto dispiaciuto anche per l’abbandono di Fremantle, spero di convincerlo a restare” continua Freccero in merito alla scelta dei giudici di The Voice. “ Su Sfera Ebbasta sono consapevole di quello che è accaduto. Mi sono informato se ci fossero accuse a suo carico, prima di volerlo tra i giudici. Ho avuto la garanzia che non ci fossero problemi. Poi il contratto è arrivato nelle mani di Salini e l’accordo è saltato.”

Le critiche però continuano pungenti. Intanto secondo le ultime indiscrezioni, la giuria completa sarà decisa nel corso della prossima settimana.