We Are Who We Are: Luca Guadagnino presenta la sua prima serie tv

Luca Guadagnino debutta nel mondo delle serie tv con We Are Who We Are, una storia giovanile di amore e amicizia. Nel cast anche Chloë Sevigny e Kid Cudi

Luca Guadagnino sta per iniziare le riprese della sua prima serie tv: We Are Who We Are, una storia che per temi e ambientazioni ci riporta ad altri film del regista italiano.

La serie tv di Guadagnino è targata Sky-HBO, coppia che prima con The Young Pope di Paolo Sorrentino, poi con Chernobyl, continua a collezionare grandi nomi e grandi risultati, come dimostrano le recenti nomination agli Emmy.

We Are Who We Are, composta da otto episodi, è scritta e diretta da Luca Guadagnino, ormai consacrato tra i registi più importanti in circolazione grazie al film Chiamami col tuo nome, vincitore di un Oscar e candidato ad altri tre, oltre che nominato a tre Golden Globe.

La storia che vedremo è incentrata sulla vita di due giovani di quattordici anni, Fraser Wilson e Caitlin Harper, i quali, insieme alle loro famiglie, vivono in una base militare statunitense in Italia. I temi trattati sono l'amicizia, i primi amori e i misteri dell’essere un adolescente. “Una storia che ogni giorno si ripete in ogni parte del mondo, ma che in questo caso avviene in un piccolo scorcio di Stati Uniti in Italia” recita la sinossi della serie tv.

Il cast di questo nuovo progetto di Luca Guadagnino vede partecipare nomi conosciuti come l’attrice Chloë Sevigny, di recente al cinema con I morti non muoiono, e il rapper Kid Cudi. Insieme a loro anche Jack Dylan Grazer, visto nel cinecomic della DC Shazam!, Francesca Scorsese, figlia del regista Martin, Sebastiano Pigazzi, nipote di Bud Spencer e Alice Braga vista in Elysum e prossimamente in New Mutants. La sceneggiatura degli episodi è curata dallo stesso Guadagnino insieme a Francesca Manieri, già sceneggiatrice de Il primo re e della serie tv Il miracolo.

Le riprese di We Are Who We Are inizieranno in Italia a fine luglio e preannunciano, visti gli argomenti trattati, ad una nuova incursione di Guadagnino nel dramma adolescenziale dopo Melissa P. e Chiamami col tuo nome.