Whoopi Goldberg produrrà marijuana contro i dolori mestruali

In collaborazione con Maya Elisabeth, veterana del business della marijuana terapeutica, Whoopi Goldberg ha messo a punto una serie di prodotti a base di cannabis che dovrebbero alleviare i dolori dovuti al ciclo mestruale

Possono un balsamo, delle gocce e una manciata di altri prodotti alleviare dai dolori dovuti al ciclo mestruale? Secondo Whoopi Goldberg, evidentemente, si.

L'attrice statunitense, nata a New York, ha recentemente lanciato infatti una propria linea di prodotti che dovrebbero agire proprio in tal senso. Con una particolarità, però: essere a base di marijuana. Il progetto è stato pensato e realizzato da Whoopi Goldberg – dichiaratamente favorevole alla legalizzazione della cannabis – in collaborazione con Maya Elisabeth, già rodata nel business della marijuana terapeutica.

Alla prova del mercato da pochissimo, per il momento i prodotti a base di marijuana messi a punto da Whoopi Goldberg e Maya Elisabeth contro i dolori dovuti al ciclo mestruale sono disponibili all'acquisto solo nello stato della California.

Parlando del progetto, di recente Whoopi Goldberg ha dichiarato di aver provato più volte a proporre una serie di prodotti per combattere i dolori delle mestruazioni a importanti business man del mercato della marijuana terapeutica, senza tuttavia riuscire a raccogliere un parere favorevole.

Almeno fino ad oggi: “Ho una figlia e due nipoti che hanno ereditato i miei terribili dolori dovuti al ciclo mestruale. Essendo da anni una consumatrice di marijuana, ho parlato con moltissimi uomini del business della cannabis medicale della possibilità di mettere a punto prodotti pensati per le donne nel periodo del ciclo. Purtroppo, però, mi hanno risposto che si trattava di una nicchia troppo piccola di mercato. Ma la metà della popolazione mondiale non è una nicchia di mercato”, ha recentemente spiegato Whoopi Goldberg a Glamour.

Commenti

joecivitanova

Gio, 31/03/2016 - 16:54

Il mio modesto pensiero: attrice brava, donna crexina. G.