In 17mila invaderanno Torino, ecco i World Master Games

Dal 2 al 12 agosto i giochi per atleti over 30. 99 nazioni rappresentate, 30 discipline e 65 sedi di gara in 13 comuni del Piemonte. In gara anche la Sensini e Caglieris, ma non la ministra Idem («non sono in forma»)

Prendono il via dal Salone d'onore del Coni i World Masters Games, che si svolgeranno a Torino dal 2 all'11 agosto. Sono attualmente 17mila gli iscritti all'ottava edizione dei giochi mondiali estivi per gli atleti over 30 che riporterà nella città piemontese un grande evento sportivo dopo le Olimpiadi invernali del 2006. E alla conferenza di presentazione, gli organizzatori hanno strappato anche il sì della ex pluricampionessa del windsurf, Alessandra Sensini, che ha cercato di coinvolgere invano anche la ministra per lo Sport, le Pari Opportunità e le Politiche giovanili, Josefa Idem(le iscrizioni scadono il 30 giugno). «Mi piacerebbe ma in questo momento non sono in forma...», ha risposto sorridendo l'ex campionessa della canoa.
Ma al momento, a rappresentare l'Italia, ci sono comunque ex volti noti dello sport tricolore come Mario Longo (atletica), Anna Maria Marasi (nuoto) e Carlo Caglieris (basket) e Franco Bertoli (volley). E, tra quelli in attività, lo sciatore Max Blardone, che parteciperà ai 100 metri di atletica. Mentre saranno ben 99 le nazioni rappresentate in 30 sport e 160 specialità differenti.
«Complimenti a Torino perchè ribadisce una fortissima vocazione nello sport, è una città che sicuramente sta capitalizzando al meglio l'eredità dell'impiantistica, che sicuramente per certi versi è invidiata da altre città italiane e non solo italiane - ha rilevato il presidente del Coni, Giovanni Malagò -. La strada è questa: tramite le infrastrutture creare grandi eventi e al tempo stesso supportare iniziative sia di base che di vertice». Sessantacinque le sedi di gara, 1.500 volontari e 13 comuni coinvolti tra cui Torino, rappresentato oggi dal suo primo cittadino, Piero Fassino.
«Torino ha allargato il suo profilo - ha detto il sindaco che per l'occasione ha annunciato l'ingresso gratuito in 28 musei cittadini per gli accreditati ai Giochi -. Prima aveva una sola vocazione, quella industriale, ora vive nuovi profili. E con questi Masters ha inizio un triennio che da qui al 2015, anno in cui diventeremo Capitale Europea dello Sport, si compie un percorso in crescendo di eventi sportivi nazionali e internazionali». Rispetto all'edizione pre-crisi di Sydney, il budget si è ridotto da 22 a 3,9 milioni di euro. Ma gli organizzatori dell'evento promosso dall'Imga (International Masters Games Association) hanno comunque ricevuto i complimenti del ministro Idem: «È un modello organizzativo all'avanguardia, lo sport non è solo attività sportiva ma anche turismo».
L'edizione all'ombra della Mole, inoltre, come ha detto il direttore del comitato organizzatore, Cesare Viaciago «sarà dedicata spiritualmente a Ottavio Missoni», il noto stilista ed ex atleta scomparso lo scorso maggio.