Acquisti deludenti, esplode la rabbia dei tifosi dell'Inter contro la proprietà cinese

Rabbia e frustrazione dei tifosi interisti sui social network. Molti si scatenato su Instagram contro Steven Zhang, figlio del patron di Suning

Il malumore tra i tifosi interisti è palpabile. Molti speravano in un colpo last minute, che però non è arrivato. Tantissimi i nomi circolati, alcuni davvero graditi da Spalletti, altri buttati lì per confondere. Intenso, su questo non ci sono dubbi, il lavoro degli uomini di mercato, con Ausilio e Sabatini impegnati su più fronti. Però alla fine alla voce arrivi l'Inter ha segnato solo due nomi: Rafinha e Lisandro Lopez. Un centrocampista e un difensore. Il primo, fermo da più di un anno per un grave infortunio, ha ottime qualità (non a caso era al Barcellona) ma deve ancora dimostrare il pieno recupero fisico. Il secondo è un buon difensore, sulla carta, ma in Portogallo (Benfica) vedeva più che altro la panchina e la tribuna.

Possono bastare questi due colpi per rafforzare l'Inter che da settimane è sprofondata in una crisi sempre più grave? La speranza dei tifosi ovviamente è che la risposta sia sì. I dubbi, però, sono molti. E la rabbia cresce nei confronti della proprietà, colpevole di aver illuso. Così partono le offese all'indirizzo di Suning, del patron Zhang Jindong e di suo figlio, Steven Zhang, la cui bacheca su Instagram è ricoperta di insulti. "Pezzenti", "miserabili", "cacciate i soldi", "siete solo un mucchio di parole". C'è anche chi parte da lontano, dai vecchi acquisti: "Spendete soldi inutili per gente come Joao Mario, Gabigol e Kondogbia e non investite per un calciatore conosciutissimo che avrebbe fatto fare davvero un salto di qualità all'Inter. Perché Pastore è indiscutibile. Bastava poco, che vergogna".

Il leitmotiv delle critiche è questa: dove sono finiti i grandi nomi annunciati? Se neanche Ramires è arrivato dalla Cina (pur essendo già di proprietà Suning), dove vogliamo andare? Poi altri nomi importanti si sono alternati: Mkhitaryan, Sturridge e infine Pastore. Tutti saltati. Sull'argentino del Psg Ausilio ha voluto chiarire che "non c'erano le condizioni, non ci sono mai state e non c'è mai stata una trattativa". Che dire, sarà stata solo una suggestione giornalistica. Ma i contatti tra i due club ci sono stati fino alla fine, questo è indubbio. E i tifosi ci hanno sperato. Forse anche Spalletti. Che ora dovrà arrangiarsi con quello che ha.

La situazione in casa Inter non è facile. Ma Suning, al di là dello "sfizio Inter" e della voglia di far bene nel mondo del calcio, deve fare i conti con qualcuno di molto più "pericoloso" rispetto ai comprensibili umori negativi dei tifosi nerazzurri. Stiamo parlando del governo cinese, che ha imposto lo stop agli "sprechi" di denaro all'estero. Mister Zhang non poteva ignorare questo richiamo. E non l'ha ignorato. Gli interrogativi dei tifosi restano aperti, così come la speranza che la rosa sia all'altezza di centrare almeno il quarto posto, "biglietto d'ingresso" per la prossima Champions League.

Commenti
Ritratto di Anna 17

Anna 17

Gio, 01/02/2018 - 13:44

L'Inter non tornerà mai più grande finché ci saranno questi cinesi. Urge trovare nuova proprietà, innanzitutto tifosa e ovviamente con i necessari fondi. In caso contrario meglio lasciar perdere. Oltretutto il calcio italiano l'hanno fatto marcire.

Albius50

Gio, 01/02/2018 - 14:09

Attenzione il governo cinese ha bloccato talune attività NON REDDITIZIE, ma io voglio mettere un TARLO e si chiama STADIO e annesse strutture ex sportive, se si analizza partendo dalla situazione iniziale con spostamento del trotto in località poco distante PERCHE'? e ora la fretta della giunta comunale e il blocco del Milan CHE HA DETTO CHE LO STADIO DI SAN SIRO VA ANCORA BENE malgrado le proposte di nuovi terreni a Rogoredo x il Milan questo potrebbe essere che il BUSINESS CINESE non è indirizzato verso la squadra ma la possibilità di entrare in possesso della RICCA ZONA SAN SIRO

claudioarmc

Gio, 01/02/2018 - 15:10

Meglio non aver preso Pastore, di cani ne abbiamo fin troppi.

Ritratto di cape code

cape code

Gio, 01/02/2018 - 17:57

Ma perche' invece di spendere tanti soldi non ricominciate a drogare i caffe' e trovare qualche amico degli amici di Guido Rossi? Cosi' fate prima e risparmiate.

Cheyenne

Gio, 01/02/2018 - 18:57

NON CREDO CHE PASTORE SAREBBE STATO IN GRADO DI RISOLLEVARE L'INTER. ANZI L'AVREBBE AFFOSSATA DI PIU'

COSIMODEBARI

Ven, 02/02/2018 - 00:04

@cape code capisco per i ladri è difficile dire la verità, devono sono dire falsità. Infatti ancora in questo 2018 mai nessun vertice zebrato ha mai denunciato Zeman sulle accuse di doping, giustamente verificate e condannate da un tribunale ordinario, nonchè confessata dal medico sociale Agricola. Infine ai tempi di calciopoli, mentre era ancora in corso, Guido Rossi fu assunto dalla Fiat....e l'unico provvedimento che non arrivò, ma che doveva arrivare, fu non condanna alla serie C.

COSIMODEBARI

Ven, 02/02/2018 - 00:09

E' vero il provvedimento del governo cinese, ma è altrettanto vero che un prestito a titolo gratuito e fino al 30 giugno, all'interno della stessa proprietà per due società, di Ramires, poteva verificarsi. Non si spostavano soldi dalla Cina in Italia, anzi si azzerava per alcuni mesi una spesa, l'ingaggio di Ramires.

scorpione2

Ven, 02/02/2018 - 00:27

pastore andra' alla juve, come cane da guardia agli agnelli.

scorpione2

Ven, 02/02/2018 - 00:31

x cape code, hai ragione l'inter farebbe meglio se prendesse nello staff medico il famoso dr. agricola della juve che e' un esperto in droga.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Ven, 02/02/2018 - 07:54

@cape code: che lei faccia parte de.. migliori del villaggio, è affare suo. Non comprendo questa voglia di rendere edotti tutti sul suo Q.I.. Auguri, caro.

99maurizio99

Ven, 02/02/2018 - 08:08

Hanno fatto piu' altre squadre , non riesco a capire cosa altro volessero i tifosi ? 10 acquisti come il Milan per ottnere gli stessi risulati ? Lasciamoli lavorare e in un paio di anni , dopo aver sitemato il bilancio disastroso che hanno ereditato , si vedra' se veramente sono all'altezza.