Agnelli e la Juventus deferiti dalla procura federale

Il presidente della Juventus, Andrea Agnelli, deferito dalla procura federale: "Inaccettabile. Noi non abbiamo nulla da temere"

Andrea Agnelli

Il presidente della Juventus, Andrea Agnelli, protesta a gran voce dopo che gli è stato notificato un deferimento da parte della Procura federale per la vicenda dei presunti rapporti con i boss mafiosi per i biglietti dello stadio. Con Agnelli sono stati deferiti Francesco Calvo, all'epoca dirigente bianconero, Alessandro D'Angelo e Stefano Merulla. "Questa società - dichiara Agnelli in conferenza stampa - i suoi dipendenti e il sottoscritto, non hanno nulla da nascondere e da temere, ed è questo il motivo per cui oggi sono qui davanti a voi. La Juventus ha collaborato con la procura della Repubblica come testimoni nel quadro di una indagine riguardante alcuni personaggi legati al mondo della criminalità organizzata".

"Questa veste di testimoni - prosegue - è stata sottoposta ad un controllo invasivo e meticoloso, anche con l'uso di intercettazioni ambientali e telefoniche, ma la loro posizione non è mai mutata, erano e sono rimasti testimoni fino alla chiusura dell'indagine penale. Oggi la procura federale emette un deferimento nel quale il mio nome, quello dei nostri dipendenti rivestirebbe un ruolo di collaborazione con la criminalità organizzata. Tutto ciò è inaccettabile - tuona Agnelli - e frutto di una lettura parziale e preconcetta nei confronti della Juventus e non rispondente a logiche di giustizia".

Ma il presidente della Juve è pronto a dare battaglia: "Mi difenderò, difenderò i nostri dipendenti e soprattutto il buon nome della Juventus che per troppe volte è stato infangato e sottoposto a curiosi procedimenti sperimentali da parte della giustizia sportiva. Tale difesa avverrà nelle sedi opportune da un'accusa che è inaccettabile".

Video che ti potrebbero interessare di Sport

Commenti

aredo

Sab, 18/03/2017 - 16:28

I mafiosi Agnelli meritano la galera insieme a DeBenedetti e gli altri criminali della sinistra! Tutta feccia! Finti imprenditori che rubano da decenni miliardi al popolo drogato!

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Sab, 18/03/2017 - 16:36

Concorso esterno solo quando interessa a loro

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Sab, 18/03/2017 - 17:45

Oooooohhhhh...... ma chi l'avrebbe mai detto..... una famiglia ed una società così cristalline..... da non credere!

snips

Sab, 18/03/2017 - 18:18

Lasciate che la giustizia faccia il suo corso...anche un certo moggi aveva detto...e ora si trova radiato per sempre!

cicero08

Sab, 18/03/2017 - 18:41

sima si difenda nel processo, please...

Anonimo (non verificato)

Gilberto

Sab, 18/03/2017 - 19:10

Non ci posso credere..........

lupo1963

Sab, 18/03/2017 - 19:31

Oltre a ladri e dopati anche mafiosi ...sempre peggio

snips

Sab, 18/03/2017 - 19:42

cicero08..Già dimenticavo che li non ci sono arbitri..ma giudici.Vi auguro che il metro abbia 100 cm. e non 80cm.......

Pisslam

Sab, 18/03/2017 - 20:19

hahahaha si, si come no....se non riesci a batterli sul campo prova con i tribunali. Purgati da 6 anni di fila non sanno più cosa inventarsi....ritenta sarai più fortunato Alla prossima PERDENTI

cicero08

Sab, 18/03/2017 - 20:37

X snips: a quali arbitri si riferisce? forse a quello di Napoli/Crotone? In ogni caso pare che statistiche neutrali dicano chiaramente che quest'anno non è la Giuve la squadra che ha ricevuto più aiutini. In questa vicenda, forse meno torbida di quanto si voglia far credere, bisogna far riferimento a norme chiare che ignorano attenuanti. Ed Agnelli deve evitare di coinvolgere i tanti tifosi bianconeri per fare indebite pressioni facendo valere le proprie ragioni esclusivamente nei luoghi deputati dove ci saranno giudici chiamati a decidere...

franfran

Sab, 18/03/2017 - 21:42

Farsopoli Due! Ma stavolta non vi crediamo più. Per far vincere gli incapaci e disonesti vi inventate di tutto. Avete rotto i c..scatole!