Alaphilippe show: domina la crono e ora sogna

Il francese consolida la maglia gialla. Il rivale Thomas: «Se continua così è dura...»

Pau Lo si dice spesso, il Tour è un racconto, un romanzo d'appendice, per certi versi è anche un giallo, pieno zeppo di colpi di scena e zone d'ombra. Fatti nascosti e domande che fino alla fine non trovano risposte. Anche ieri mattina la domanda era una: riuscirà Julian Alaphilippe a tenere la maglia gialla? La risposta l'ha data il diretto interessato ieri pomeriggio, dominando anche la crono.

Il D'Artagnan della Deceunick Quick-Step mette in scena un capolavoro: in testa dal primo all'ultimo dei 27 chilometri, il galletto si lascia alle spalle tutti. «Fin qui ho dato tutto e tutto darò anche sul Tourmalet (oggi, ndr) per difendere una maglia che ormai sento mia», dice.

È uno dei leitmotiv che da sempre accompagnano il ciclismo: la maglia di leader in un Grande Giro fa miracoli, quella gialla ancora di più. Giuliano si supera, e valgono le motivazioni; lui ne ha più di una, visto che sul traguardo oggi si presenterà nientemeno che il presidente Macron.

Alaphilippe, prendete nota di questo nome. È il numero uno del ciclismo mondiale, e per personalità e classe non ha nulla da invidiare a Peter Sagan: stessa statura, stessa mentalità. Entrambi interpreti di un ciclismo champagne che va dritto al cuore degli appassionati. E intanto prendono forma altre domande: ma può Giuliano arrivare a Parigi in giallo? Se succedesse, ci sarebbe da rimanere basiti e senza parole. Cose da extraterrestri. Ci sono da scalare ancora tante montagne, le più ardite sono ancora là, e per Giuliano il meglio è passato. Ma intanto l'ha passato al meglio.

Anche se tra i più impressionati e quindi preoccupati c'è proprio lui, Geraint Thomas, l'ultimo vincitore e il primo degli indiziati al successo finale. «Se continua così, diventa una minaccia per il successo di Parigi», dice.

Oggi c'è il Tourmalet. E l'interrogativo è sempre lo stesso: Alaphilippe la maglia la può tenere o no?

Ordine d'arrivo tredicesima tappa Pau-Pau (crono): 1) Julian Alaphilippe (Fra, Deceuninck) km 27 in 35'00'' (media 46,63), 2) Thomas (Gbr) a 14'', 3) De Gendt (Bel) a 36'', 4) Uran (Col) a 36'', 5) Porte (Aus) a 45'', 6) Kruijswijk (Ola) st, 7) Pinot (Fra) a 49'', 22) Bernal (Col) a 1'36'', 26) Aru a 1'49'', 28) Quintana (Col) a 1'51'', 57) Nibali a 3'09''.

Classifica: 1) Julian Alaphilippe (Fra, Deceuninck) in 53h 01'09'', 2) Thomas a 1'26'', 3) Kruijswijk a 2'12'', 4) Mas (Spa) a 2'44'', 5) Bernal a 2'52'', 7) Pinot a 3'22'', 8) Uran a 3'54'', 23) Aru a 7'46'', 41) Nibali a 29'12''.