Allenatori senza panchina: nomi eccellenti sul mercato senza squadra

Sono tanti gli allenatori senza squadra in questa stagione: da Allegri a Spalletti fino ad arrivare a Gattuso, Pioli, Ranieri e José Mourinho all'estero

Il campionato di Serie A 2019-20 è partito alla grande nelle prime due giornate e al via, su venti allenatori, se ne sono presentati sedici italiani e quattro stranieri: il serbo del Bologna Sinisa Mihajlovic, il croato dell'Hellas Verona Ivan Juric, il croato dell'Udinese Igor Tudor e il portoghese della Roma Fonseca. Al momento nessuno sembra in procinto di "saltare" visto che siamo agli inizi anche se il primo dei "big" a rischiare è Vincenzo Montella che con la Fiorentina stellare costruita da Rocco Commisso ha perso le prime due giornate contro Napoli e Genoa. Secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport Gennaro Gattuso è in pole position nel caso il campano dovesse saltare: ad oggi questa eventualità sembra lontana ma si sa che nel calcio tutto può cambiare da un momento all'altro.

Gattuso è uno dei nomi eccellenti rimasti senza panchina e con lui anche il suo ex allenatore ai tempi del Milan: il pluriscudettato Massimiliano Allegri, rimasto senza squadra dopo aver detto addio alla Juventus. Difficilmente l'ex allenatore di Sassuolo e Cagliari resterà a lungo senza club anche se sembra ipotizzabile che possa restare fermo per tutta la stagione 2019-2020. Dopo l'esperienza all'Inter è rimasto ai box anche Luciano Spalletti che si prenderà forse un anno sabbatico per curare il suo vigneto. Nomi eccellenti sono quelli anche di Stefano Pioli e Claudio Ranieri che hanno chiuso amaramente le loro esperienze con Fiorentina e Roma, mentre per quanto riguarda l'estero ci sono due grandi nomi che sono rimasti a piedi come José Mourinho, che non allena da dicembre quando fu esonerato dal Manchester United e Arsene Wenger che nel 2018 ha lasciato la panchina dell'Arsenal dopo 22 anni e non ha più trovato una squadra disposto a dargli fiducia.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?