Baldissoni replica a Totti: "Deromanizzazione? Niente di più falso…"

Il vice presidente della Roma risponde alle dimissioni e allo sfogo di Francesco Totti: "Il suo addio è una sconfitta per tutti"

Il giorno dopo è sempre peggio. La Lupa della Roma e il suo popolo si alzano e si leccano le ferite per il secondo addio di Francesco Totti ai colori, prima come eterno capitano, ora come effimero dirigente.

Nel day after, dove le polemiche impazzano, ecco che arrivano le parole di Mauro Baldissoni, vice presidente dei giallorossi, anch'egli messo nel mirino dal Pupone: "Non è vero che volevamo la deromanizzazione della Roma. Non c'è nulla di più lontano dal vero, dispiace che quest sia la sua percezione ma è figlia dell'amarezza, ma rispondiamo coi fatti: Francesco ha avuto due contratti da giocatore e uno da dirigente in otto anni di questa società, anche una proposta da direttore tecnico. Anche a De Rossi abbiamo fatto due contratti da giocatore e proposto di iniziare un percorso da dirigente o allenatore. Ci sono altri fatti, ma neanche li cito".

Insomma l'addio di Totti è una sconfitta per tutti, dice sempre Baldissoni ai microfoni di Sky, che ha pizzicato il dirigente all'aeroporto di Fiumicino, in partenza per le vacanze a Ibiza. Una sconfitta per tutti, ma così è stato e pare che nessuno abbia cercato concretamente di evitarla. "A noi lascia tanta amarezza - chiosa Baldissoni -, evidentemente non possiamo che essere dispiaciutissimi". Ma chi è più che dispiaciuto, senza quasi aver più la forza di raccapezzarsi, sono i milioni di cuori giallorossi, andati in frantumi per l'addio di Totti e di De Rossi, romani e romanisti, simboli della romanità.

Commenti

Klotz1960

Mar, 18/06/2019 - 21:51

Vorrei capire, quindi secondo Totti Pallotta dovrebbe mettere i soldi e Totti dovrebbe gestire la societa', senza saper leggere un bilancio, parlare inglese e metterci una lira. Il signor Totti ha ricevuto circa 80 milioni in 20 anni dalla Roma. Oggi saranno almeno 120 milioni, se investiti normalmente. Nessuno impedisce al milionario Totti di mettere i SUOI SOLDI e di provare a trovare soci per comprare la Roma e permettere a Totti di gestire la Roma ed i loro soldi - sempre che si fidino delle sue qualita' manageriali, ovviamente. A parlare con i soldi degli altri sono capaci tutti. Ma quando uno e' milionario, non puo' parlare come se fosse un mero tifoso, ne' puo' minacciare di andare in curva Sud.

roberto zanella

Mer, 19/06/2019 - 14:52

QUESTO LO HANNO ESALTATO A TAL PUNTO CHE PENSA DI ANDARE AL COLOSSEO E SEDERSI CON LA CORONA DI ALLORO E GIRARE IL POLLICE SU O GIU...FUORI DI MELONE...RIDICOLO....