Balotelli? No grazie. Napoli vuole Pavoletti e porta a casa Rog

Preziosi non cede la punta, stop Maksimovic. Tutti cercano Caceres, ma nessuno lo prende

L'imbonitore di turno, che non vende sogni ma solide realtà, cerca di piazzare il colpo dell'anno, nelle ultime ore di un calciomercato che ha trovato del brio quasi inaspettato in questa calda estate 2016. Ma a meno di 24 ore dalla chiusura delle contrattazioni molti sono i giocatori che ancora sono lontani dal sapere quale sarà il loro futuro.

Il Milan valuta un ventaglio di proposte, in entrata e in uscita. Cessione in vista per José Mauri, corteggiato da Atalanta, Pescara, Bologna ed Empoli, con quest'ultima che sta concludendo il suo arrivo in Toscana. Nulla di fatto, invece, dall'incontro con Daniel Fonseca, agente di Martin Caceres. L'uruguaiano piace ai rosssoneri, all'Inter e all'Espanyol e ha deciso di aspettare e valutare tutte le proposte per scegliere quella più vantaggiosa. In uscita anche Ely e soprattutto Vergara, che ha offerte in Serie B. E questo nonostante su Rodrigo Caio non ci siano prospettive ottimistiche: il San Paolo chiede 15 milioni, il Milan cerca una soluzione per anticipare il suo arrivo o bloccarlo per gennaio. Ma le parti non sembrano vicine.

Marko Rog è un nuovo giocatore del Napoli, che ha detto no a quel Mario Balotelli proposto dal suo agente Mino Raiola. Intanto è saltato lo scambio Gabbiadini-Kalinic tra Napoli e Fiorentina. L'ex sampdoriano ora è considerato incedibile, alla luce anche del no del Genoa alla cessione di Pavoletti: «De Laurentiis ha offerto 15 milioni più bonus ha detto il presidente del Genoa Enrico Preziosi , ma non posso rischiare di retrocedere, è impossibile ora trovare un sostituto all'altezza». Altro stop nella trattativa per Maskimovic con il Torino, le parti sono ancora molto distanti.

In casa Juventus, persi Brozovic e Matuidi, per il quale difficilmente ci sarà una riapertura, si accelera per un nuovo centrocampista. Witsel è in pole, ma non è esclusa una sorpresa. Novità per quanto concerne Cuadrado. Il colombiano vuole tornare alla Juve, il Chelsea per ora ha detto no alla proposta di prestito oneroso da 2,5-3 milioni senza diritto di riscatto. Sono continui i contatti tra Juventus, Chelsea e Alessandro Lucci, agente del giocatore, a Londra per convincere i Blues a liberarlo. La situazione potrebbe sbloccarsi da un momento all'altro. I bianconeri, intanto, hanno offerto 15 milioni allo Zenit per il centrocampista belga Witsel: c'è l'ok del giocatore, i russi però chiedono 10 milioni in più. In uscita Marrone che oggi sosterrà le visite mediche con i belgi dello Zulte Waregem.

In casa Inter, dopo gli acquisti di Joao Mario e Gabigol, si pensa soprattutto alle cessioni. I nerazzurri hanno bisogno di vendere, sia per rispettare i paletti imposti dal fair play finanziario Uefa, sia per sfoltire una rosa troppo numerosa. Oltre a Brozovic i principali candidati alla partenza sono tre: Felipe Melo, Ranocchia e Santon. Ieri incontro tra Ausilio e Corvino, direttori sportivi di Inter e Fiorentina, e Fali Ramadani, agente di Jovetic. L'accordo è pressoché definitivo. È stato proposto ai nerazzurri Caceres, ma al momento, per ragioni economiche, difficilmente l'ex juventino sbarcherà alla corte di De Boer.

A Genova è saltato il faccia a faccia tra Antonio Cassano e il presidente Ferrero. L'attaccante barese, sotto contratto fino a giugno 2017 per 700mila euro, non rientra più nei piani della Sampdoria e di fatto è fuori rosa non essendo stato inserito nella lista dei 25 giocatori consegnata alla Lega Calcio. Ma nel frattempo continua ad allenarsi a parte e non sembra volerne sapere di risolvere il contratto.

Infine gli altri colpi: il Palermo ha preso Diamanti (accordo biennale con opzione per il terzo anno) e Bruno Henrique, che arriva a titolo definitivo dal Coimbra e ha firmato per quattro anni, mentre alla Lazio arriva - dal Liverpool, il 23enne spagnolo Luis Alberto: è un trequartista che può muoversi anche da esterno offensivo.