Barcellona-Liverpool, tifosi inglesi gettano i passanti nella fontana

Atti di vandalismo da parte dei tifosi dei Reds. Dura reazione del Liverpool: "Comportamenti inaccettabili e non saranno tollerati"

Sale l'ansia per la partita di stasera tra Barcellona e Liverpool, valida per le semifinali d'andata della Champions League 2018-19. Ma contemporaneamente cresce anche la tensione in città, dove un gruppo di tifosi inglesi sta compiendo atti di vandalismo e provocando incidenti: alcuni ultras dei Reds si sono resi protagonisti già martedì di svariati disordini. La stampa spagnola comunica che per ora la polizia iberica è riuscita a fermare 6 inglesi, di cui due avrebbero malmenato due persone che lavoravano in albergo. Sui social nelle ultime ore sta spopolando un video che ritrae i sostenitori del LFC gettare in una fontana alcuni passanti. L'arrivo delle forze dell'ordine catalane non ha comportato alcun timore ai tifosi, che tra risate e cori di scherno hanno continuato a creare disagi: inevitabile dunque lo scontro con gli agenti.

La reazione del Liverpool

Il Liverpool ha preso una posizione netta e dura su tali vicende, e l'ha annunciata tramite un comunicato ufficiale: "Stiamo lavorando con la polizia di Merseyside e le autorità spagnole, che stanno cercando di identificare le persone coinvolte nell'incidente. Tale comportamento è chiaramente totalmente inaccettabile e non sarà tollerato. Sarebbe inopportuno commentare ulteriormente mentre la situazione è in corso, oltre a confermare che il club seguirà il giusto processo in tutti i casi di questo tipo".

Peter Moore, CEO del Liverpool, ha invitato i propri supporters alla calma: "Trattiamo questa bellissima città con il rispetto che merita e agiamo in modo adeguato a LFC. Con tutti i mezzi ci divertiamo, ma noi siamo a Liverpool, e come tali, visitiamo qui con grazia e umiltà".

Segui già la nuova pagina Sport de ilGiornale.it?

Commenti

dagoleo

Gio, 02/05/2019 - 09:59

gli albionici non si smentiscono mai per stile e solidarietà civile ed umana. e sono andati in giro per il mondo per diffondere la loro civiltà superiore.