Bartomeu: "L'addio di Dani Alves non c'entra col calcio"

Dopo l'addio di Dani Alves alla Juventus, emergono nuovi retroscena sui motivi che hanno costretto il bianconero a lasciare prima il Barcellona e poi la Juve

Dopo l'addio di Dani Alves alla Juventus, emergono nuovi retroscena sui motivi che hanno costretto il bianconero a lasciare prima il Barcellona e poi la Juve. Di fatto il giocatore è stato messo nel mirino dai tifosi che hanno vissuto la sua partenza come un vero e proprio tradimento. E adesso a far luce sulla partenza ci pensa Johsep Maria Bartomeu, presidente del Barcellona che in un’intervista al Mundo Deportivo rivela cosa c'è dietro le partenze del giocatore: "Dani Alves non aveva alcun problema con la nostra dirigenza. Lui e io sappiamo perfettamente quel era il suo problema, che è molto personale e non ha nulla a che fare con il calcio. È facile attaccare gratuitamente i dirigenti. Dani è molto divertente, ha uscite spiritose ma la sua è una questione personale che noi comprendiamo. Un problema di cui siamo a conoscenza il suo agente, lui e io". Un rivelazione che di fatto cambia la percezione dell'addio di Dani Alves al calcio spagnolo e italiano. Per lui presto però potrebbe cominciare una nuova avventura, magari in Premier League.

Commenti

gcf48

Sab, 08/07/2017 - 12:27

che sia....?

Lorenzo1508

Sab, 08/07/2017 - 19:42

Credo che da una casa si possa uscire anche senza sbattere la porta e soprattutto senza invitare altri ad abbandonarla perchè la casa non è di tuo(alves)gradimento...