Berlusconi: "Balotelli? Impari a fare gol"

Il presidente rossonero sul suo Milan: "Non sono soddisfatto, come tutti i tifosi"

La sconfitta contro l’Atalanta ha spento quasi definitivamente i sogni del Milan di qualificarsi alla prossima Europa League, obiettivo minimo per questa stagione non proprio esaltante per i rossoneri. Silvio Berlusconi ovviamente non è contento e torna a esprimere il proprio forte malumore per la stagione negativa del suo Milan. In un’intervista esclusiva a Sportmediaset, il presidente non le manda a dire e ne ha praticamente per tutti: "Se sono soddisfatto del Milan? Non lo sono, come non lo sono i tifosi. La differenza è che io ci metto i soldi". Il primo tifoso del Milan non risparmia critiche nemmeno a Balotelli. LO fa fingendo un dialogo con il giocatore: "Gli chiederei: Mario, secondo te, noi andiamo in campo per vincere o perdere? E lui risponderà: per vincere! E secondo te per vincere dobbiamo fare gol o no? Fare gol! E per fare gol dobbiamo tirare in porta o no? Tirare in porta! E per tirare in porta dobbiamo stare vicino alla porta o no? Stare vicino? E allora perché giochi anche nella nostra metacampo? Tutto qui. Speriamo impari". Ovviamente la posizione in campo non è una scelta autonoma del giocatore ma risponde alle richieste del tecnico. E anche su questo Berlusconi non è soddisfatto. Sul futuro di Clarence Seedorf fa sapere: "Decideremo a fine stagione". Ma il gioco non soddisfa il presidente: "Non sono soddisfatto. No. Per niente. Quindi credo che dovremo riflettere anche su questo fatto".

 

Commenti
Ritratto di gzorzi

gzorzi

Lun, 12/05/2014 - 16:01

Il "murigno" di Arcore...

simone64

Lun, 12/05/2014 - 16:37

Bravo Berlusca. Stavolta non ti sei espresso conio cuore a proposito del tuo milan. Mai una volta che il Federico Pellegrini calcistico abbia inciso nelle vittorie delle squadre per cui ha giocato: solo cresta e inflessione bresciana....puahhh !!!

ninito

Mar, 13/05/2014 - 08:29

Chi ha Balotelli in squadra ha un problema, perciò, per carità, tenetelo fino alla pensione. Un cugino interista.