Bertolacci punge il Milan: "Qui al Genoa si lavora più duramente"

Bertolacci ha parlato del suo periodo travagliato al Milan: "Non riuscivo mai a trovare la condizione migliore, non sono mai stato davvero al top della forma"

Bertolacci e Stendardo

Andrea Bertolacci, dopo due stagioni incolori al Milan, è tornato a casa sua, al Genoa. Il 26enne di Roma, in due campionati in rossonero, ha messo insieme solo 48 presenze e due reti e non è mai riuscito a prendere le redini del centrocampo della squadra che fu prima di Sinisa Mihajlovic e poi di Vincenzo Montella. Il 15 luglio, è stato ufficializzato il suo rientro ai rossoblù in prestito con Bertolacci, che vuole il rilancio. Ecco le sue parole ai microfoni del Secolo XIX: "Genoa un ridimensionamento? No, voglio tornare ai livelli di prima, voglio dimostrare le mie qualità. E per farlo ho bisogno di sentirmi a casa. Al Genoa mi sento così, qui ho ritrovato l'affetto che mi mancava. Qui ritroverò me stesso".

Bertolacci non ha legato molto con Vincenzo Montella e nella passata stagione ha visto più la panchina rispetto al campo. Il classe '91, inoltre, è stato anche vittima di diversi infortuni ed ha voluto togliersi qualche sassolino dalla scarpe: "I troppi infortuni? Non riuscivo mai a trovare la condizione migliore, non sono mai stato davvero al top della forma Probabilmente dipendeva anche dalla tipologia di allenamenti che svolgevamo, qui al Genoa si lavora molto intensamente, al Milan gli allenamenti erano molto più blandi. I ritmi che usano qui li conosco e forse sono più adatti alla mia conformazione fisica. Per essere al meglio io ho bisogno di lavorare duro".