Bologna, sorpresa per Mihajlovic: tutti all'ospedale dopo la vittoria in rimonta

Dopo il 4-3 a Brescia, la squadra si è fermata davanti all'ospedale per festeggiare la vittoria con l'allenatore

Una vittoria con dedica speciale, il Bologna vince a Brescia con una fantastica rimonta e va a festeggiare con Sinisa Mihajlovic, ricoverato all'ospedale Sant'Orsola.

Il blitz è andato in scena subito dopo l'incredibile vittoria allo stadio Rigamonti. Una rimonta epica dei rossoblù, irriconoscibili ad inizio partita e frastornati dalla doppietta di Alfredo Donnarumma, chiudono il primo tempo sotto 3-1. Nella ripresa, sfruttando la superiorità numerica ribaltano la partita da 3-1 a 4-3, con una reazione rabbiosa che rispecchia proprio il carattere dell'allenatore serbo. Era stato proprio Sinisa, come sempre, a scuotere la squadra nell'intervallo dopo il primo tempo orribile. Con una telefonata al suo vice Emilio De Leo suonava la carica e trasformava totalmente i rossoblu che nella ripresa andavano a prendersi tre punti insperati.

Da lì l'idea, venuta ad un tesserato ed accolta con entusiasmo da tutti i calciatori. Una volta arrivati a Bologna la squadra ha fatto fermare il pullman davanti al Policlinico Sant'Orsola, dove il serbo si sta sottoponendo alle cure per la sua leucemia. Qui i calciatori sono scesi e hanno cominciato la festa, acclamando il proprio allenatore al grido di "Ale', vai Sinisa ale''. Il tecnico, che ne frattempo si era affacciato alla finestra, incredulo e visibilmente commosso prima ha detto ai suoi giocatori: ''Adesso andate a nanna'' poi scherzosamente li ha ammoniti: ''Solo quando vincete venire a rompere le balle. Poi mercoledì ne riparliamo dei vostri errori. Siete stati bravi, però non avete ancora fatto nulla''. Insomma nonostante la vittoria con dedica, il Guerriero non è cambiato.

Segui già la nuova pagina Sport de IlGiornale.it?