In Brasile pioggia di goal, merito anche di Brazuca

Brazuca, il pallone ufficiale dei mondiali di Brasile 2014, ha già battuto il record di gol. Dopo Grecia-Costa Rica le reti complessive erano 145, pari al totale di quelle messe a segno in Sudafrica nel 2010

Caterve di goal in Brasile, merito anche di Brazuca

Dal 1994 Adidas ha lavorato duramente per creare palloni ad alte prestazioni.Il mondiale di Brasile 2014 si è caratterizzato, ad oggi, per il gran numero di reti segnate nel corso della rassegna.

Dopo il pareggio 1-1 tra Grecia e Costa Rica negli ottavi di finale, il numero di gol messi a segno ha raggiunto quota 145, pari a tutti i gol del mondiale sudafricano. Ora, dopo gli altri quattro ottavi di finale disputati, i gol segnati sono saliti a 154. Numero è destinato ad aumentare in vista degli spettacolari abbinamenti proposti dai quarti di finale.Le ragioni del gran numero di gol sono dovute in parte anche al nuovo pallone, Brazuca, introdotto dalla tedesca Adidas proprio per il mondiale brasiliano.

Dal 1994, l'azienda ha scelto di lavorare duramente per creare palloni ad elevate prestazioni. Brazuca, rispetto ai due predecessori (Teamgeist 2006 e Jabulani 2010) ha maggiore stabilità e grip. Cross più precisi, controlli più facili anche sotto la pioggia e meno errori dei portieri in fase di parata. Il nuovo pallone ha reso più difficili i tiri dalla distanza, con traiettorie più regolari che hanno soddisfatto quasi tutti i novantasei portieri presenti alla rassegna iridata.

I numeri uno hanno ammesso che la frequenza di tiri imparabili è diminuita, con minori rischi di 'papere'. I rimbalzi sono più regolari e i cross sono sempre tesi, con più facilità nelle uscite e nelle prese alte.