Calcioscommesse, stop per 3 anni e 7 mesi al portiere del Torino Gillet

Ai tempi al Bari, l'estremo difensore è stato squalificato nell'ambito del processo Calcioscommesse. L'accusa aveva chiesto quattro anni

Jean François Gillet, portiere del Torino, dovrà rimanere lontano dai campi di calci per tre anni e sette mesi. È questa la decisione presa dalla Commissione Disciplinare della Figc, che ha esaminato la posizione del calciatore nel filone "Bari-bis" del processo Calcioscommesse. L'accusa aveva chiesto per il giocatore, che all'epoca dei fatti vestiva i colori della squadra pugliese, quattro anni di stop.

Gillet era stato accusato per due illeciti: la partita Bari-Treviso dell'11 maggio 2008 e la Salernitana-Bari disputata il 23 maggio 2009. L'imputazione a carico del portiere belga per il primo match è stata derubricata a omessa denuncia. Oltre al giocatore del Torino, la Fgic ha squalificato altri 19 tesserati. Tra questi il capitano del Bari Francesco Caputo, costretto a 3 anni e 6 mesi di stop.