Cammarelle: «Torno sul ring, no mi ritiro»

Il campione olimpico dopo essersi ritirato pensa al rientro sul ring

Il valzer di Cammarelle è l'ultimo spot della boxe. Due anni dopo aver disputato il suo ultimo match, l'olimpionico Roberto Cammarelle ha annunciato, in un'intervista televisiva andata in onda l'altra sera, di voler tornare sul ring per conquistarsi la quarta Olimpiade. Il 35enne supermassimo di Cinisello Balsamo, che in questi mesi ha rivestito principalmente il ruolo di team-manager, sembrava ormai destinato al ritiro agonistico. Ma poi aveva improvvisamente cambiato idea. «Le mani mi fanno un formicolio incredibile e quindi voglio tornare a combattere - ha dichiarato Cammarelle. - Ad oggi non posso garantire di riuscire a qualificarmi per le Olimpiadi, ma ho ancora voglia di riprovarci». Ieri sera invece ha cambiato di nuovo idea.

Nel corso di una premiazione a Milano l'azzurro ha confermato l'intenzione di volersi ritirare e anzi ha annunciato un rientro sul quadrato, ma solo per disputare un match d'addio. Probabilmente il gigante del nostro pugilato si è reso conto che per raggiungere la quarta edizione dei Giochi, avrebbe dovuto superare la concorrenza interna di Vianello e, successivamente, agguantare uno dei pass che vengono assegnati in due tornei preolimpici. Non una passeggiata, insomma.Ciò nonostante, il ritorno sul ring del 35enne milanese, anche se solo per il match d'addio, è una notizia clamorosa: basti pensare al numero impressionante di medaglie iridate e olimpiche (sette) conquistate dall'azzurro. Tra le imprese di Cammarelle restano nella memoria gli ori vinti al Mondiale di Milano e ai Giochi di Pechino 2008.