Champions, Buffon: "Ricordo Liverpool". E spunta la "cabala dell'89"

Buffon cerca di riportare la calma nell'ambiente bianconero dopo la vittoria contro il Barcellona e ricorda alcuni precedenti per le italiane con il Liverpool o il Deportivo

Gigi Buffon ha giocato così tante partite ad alto livello che sa bene quali possono essere i rischi di un ritorno in una sfida di Champions come quella col Barcellona. Una sfida insidiosa che nonostante il 3-0 dell'andata a Torino potrebbe nascondere qualche amara sorpresa. Buffon così prova a frenare l'entusiamo in casa Juve e le sue parole possono di fatto portare un po' di sano realismo in vista della sfida del Camp Nou: "Ieri sera a fine gara sorridevo, perché parlando con degli amici dicevo: dopo una partita simile torni a casa e hai sempre il sospetto che non sia chiusa. E questo la dice lunga sul rispetto che abbiamo del Barcellona e che si è conquistato il Barcellona a prescindere dalla rimonta con il Paris Saint-Germain. Andremo là senza nessun tipo di prosopopea e con le antenne belle dritte e belli umili". Poi cita alcuni precedenti "inquietanti": "Nel calcio ci sono state tante rimonte -aggiunge il numero uno bianconero ai microfoni di Sky Sport-. C'è stato un Milan-Liverpool 3-0 e poi 3-3 in un tempo. C'è stata un Deportivo-Milan con gli spagnoli che hanno ribaltato un 4-1. Sono quelle che mi ricordo meglio, perché il Milan l'ho sempre seguito, perché ci sono stati anni che era un piacere vederlo dettare legge in Europa". Ma a confortare Buffon c'è la cabala che in queste ore sta spopolando sui social. La "cabala del 1989" vuole che ogni 7 anni almeno un'italiana vinca la Champions. Si comincia con il 1989 col Milan, poi nel 1996 la Juventus, e ancora il Milan nel 2003 e l'Inter nel 2010. Nel 2017...