Champions, l'Atalanta ferma 1-1 il City di Guardiola. Primo storico punto per la Dea

Una rete di Pasalic ha permesso all'Atalanta di pareggiare contro il Manchester City. Errore dal dischetto di Gabriel Jesus e inglesi in dieci uomini dall'80' per l'espulsione del portiere Bravo, con il difensore Walker che chiude in porta. Nerazzurri ancora in corsa per gli ottavi

L'Atalanta di Gian Piero Gasperini tira fuori l'orgoglio davanti ai quasi 40.000 del Meazza, gioca una partita gagliarda, nel secondo tempo, e riesce ad imporre l'1-1 al fortissimo Manchester City di Pep Guardiola. Al gol dell'attaccante inglese Sterling, che già all'andata segnò una fantastica tripletta, ha risposto nella ripresa Mario Pasalic, alla prima gioia in Champions League. Errore dal dischetto di Gabriel Jesus a fine primo tempo ed espulsione di Bravo all'80' con Walker che è costretto ad entrare in campo per andare in porta. L'Atalanta dopo un primo tempo timido è entrata in campo vogliosa e gagliarda nella ripresa, ha trovato il meritato pareggio ed ha pure sfiorato la vittoria in un paio di circostanze. Con questo pareggio il City sale a quota 10 punti, a più cinque sulla coppia formata da Dinamo Zagabria e Shakhtar Donetsk ferme a 5, Atalanta a quota uno ma con ancora chance di qualificarsi sia in Champions che in Europa League: serviranno però due vittorie contro croati e ucraini e sperare anche nel City per staccare lo storico pass al turno successivo da parte dei nerazzurri.

L'Atalanta ha una grossa chance per segnare al 4' ma Hateboer la mette sull'esterno della rete. Passano tre minuto e il City passa in vantaggio con il solito Sterling, autore di tre reti all'andata, che trafigge Gollini su assist di tacco di Gabriel Jesus. Brutta palla persa a centrocampo da de Roon. L'Atalanta non riesce a scuotersi e al 23' Gabriel Jesus è sempre bravo a servire Sterling che questa volta non ci arriva di un soffio. Hateboer salva tutto al 28' in scivolata su Sterling, ben servito da De Bruyne e al 35' Gollini nega il 2-0 a Mahrez che ci prova con un tiro all'angolino ben respinto dal portiere nerazzurro. Toloi fa fallo su Sterling al 38' e l'arbitro concede il rigore salvo poi rivedere la sua decisione grazie al Var e concede la punizione. Il penalty arriva per il fallo di mano di Ilicic al 42' ma Gabriel Jesus lo sbaglia.

Nella ripresa l'Atalanta trova il pareggio al 50' con Pasalic, al primo centro in Champions League. Palomino lancia lungo per Gomez che dalla sinistra la mette in mezzo per Pasalic che di testa fa secco Bravo. Al 55' Bravo deve uscire di testa per anticipare Ilicic che era pronto ad approfittarne. Djimsiti non inquadra per poco la porta di testa al 63' sull'assist di Gomez. Pasalic per poco non beffa Bravo al 71' e un minuto dopo è ancora Djimsiti ad andare vicino al 2-1 ma il difensore nerazzurro non riesce a trovare la porta sul tiro violento di Ilicic. Bravo esce a valanga su Gomez all'80' e viene espulso con Guardiola costretto a fare giocare Walker in porta per gli ultimi dieci minuti più recupero.

Il tabellino

Atalanta: Gollini, Toloi, Djimsiti, Palomino, Hateboer, de Roon, Freuler (84' Malinovsky), Castagne (92' Muriel), Ilicic, Gomez, Pasalic

Manchester City: Ederson (46' Bravo), Cancelo, Fernandinho, Otamendi, Mendy, Bernardo Silva, Gundogan, De Bruyne, Mahrez (83' Walker) Gabriel Jesus (73' Aguero), Sterling

Reti: 7' Sterling (M), 49' Pasalic (A)

Gabriel Jesus sbaglia un rigore al 43'. espulso Bravo all'80

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?