Champions League, Saul punisce il Bayern: primo round all'Atletico Madrid

Uno splendido gol ha deciso la sfida tra l’Atletico Madrid di Simeone e il Bayern Monaco di Pep Guardiola

Uno splendido gol griffato dal giovanissimo spagnolo Saul Niguez ha deciso la sfida tra l’Atletico Madrid di Simeone e il Bayern Monaco di Pep Guardiola. Partita intensa e molto equilibrata allo stadio Calderon, dove le due squadre si sono affrontate a viso aperto e la qualificazione è ancora in bilico.

Meglio gli uomini di Simeone nel primo tempo che hanno fatto valere la supremazia territoriale e si sono portati in vantaggio con il capolavoro di Saul, abile a saltare tre uomini e a depositare il pallone alle spalle di Neuer. Nel secondo tempo meglio gli uomini di Guardiola che hanno provato in tutti i modi a ribaltare il match ma senza fortuna. Tra sei giorni, all’Allianz Arena ci sarà il ritorno che decreterà la prima squadra che il 28 maggio giocherà la finale allo stadio Meazza. La squadra di Simeone si conferma, ancora una volta, un avversario molto ostico soprattutto in casa, mentre il Bayern Monaco ha dimostrato di avere le qualità per ribaltare le sorti della qualificazione.

Partita entusiasmante tra Atletico Madrid e Bayern Monaco che, al Vicente Calderon, hanno dato vita ad un primo tempo davvero elettrizzante, ricco di occasioni e di episodi contestati da ambo le parti. Primi dieci minuti a forti tinte biancorosse che hanno messo alle corde gli uomini di Pep Guardiola, puniti all’undicesimo minuto da un euro gol del giovanissimo Saul Niguez che ha saltato tre uomini in un fazzoletto e con un colpo da biliardo, angolatissimo, ha battuto Neuer. Possesso palla sterile da parte del Bayern che, al 28 minuto, ha reclamato un calcio di rigore per un fallo di mano di Fernandez, in area colchonera, su tiro potente di Lahm. Sul capovolgimento di fronte, Neuer ha salvato tutto su Griezmann. Prima frazione di gioco ad appannaggio degli uomini di Simeone che sono sembrati più in palla rispetto al Bayern Monaco.

Nella seconda frazione di gioco i tedeschi sono parsi più intraprendenti ed hanno iniziato a produrre diverse azioni pericolose: al 53’ Alaba ha preso una traversa incredibile da più di trenta metri, mentre al 57’ Javi Martinez ha impensierito con uno stacco imperioso di testa Oblak direttamente da calcio d’angolo. Al 64’ si sveglia Lewandowski che lascia partire un diagonale che sibila alla destra del portiere dell’Atletico Madrid. Tra il 72’ e il 74’ Douglas Costa prima e Vidal dopo hanno spaventato la difesa dei colchoneros, mentre al 75’ è stato Torres a far venire i brividi a Guardiola colpendo un palo clamoroso e pareggiando quello di Alaba. Ultimo quarto d’ora nervoso e spezzettato con i gialli sventolati a Xabi Alonso, Neuer e all’autore del gol partita Saul Niguez. Al 93’, l’ex bianconero, Vidal ha provato a siglare il gol del pareggio ma la palla è giunta, strozzata, tra le braccia di Oblak. L’Atletico Madrid si aggiudica il primo round di questa tiratissima semifinale d’andata, tra sei giorni il ritorno all’Allianz Arena stabilirà chi sarà la prima finalista della Champions League 2016.

Commenti

cicero08

Gio, 28/04/2016 - 08:25

Allegri rimpianti...