Champions, il Real Madrid vince 2-1 in casa del Bayern Monaco

Champions League, il Real Madrid vince per 2-1 in casa del Bayern Monaco e ipoteca così la finale di Kiev. I gol portano la firma di Kimmich, Marcelo e Asensio

Il Real Madrid di Zinedine Zidane si dimostra famelico e spietato in Champions League. I blancos, infatti, hanno vinto per 2-1 in casa del Bayern Monaco dell'esperto Jupp Heynckes e mettono così una bella ipoteca sulla finale che si disputerà a Kiev il prossimo 26 maggio. La partita è stata bella ed emozionante dal primo all'ultimo minuto con tante azioni da rete, diverse parate dei portieri e molto agonismo. Al gol dei bavaresi siglato da Kimmich al 28' hanno risposto Marcelo sul finire della prima frazione e Asensio che ha finalizzato un contropiede fatto partire splendidamente da Lucas Vazquez su errore di Rafinha. Con questo successo il Real Madrid potrà giocare con la testa un po' più libera la semifinale di ritorno in programma martedì primo maggio alle ore 20:45 allo stadio Santiago Bernabeu. Sicuramente, il Bayern Monaco non starà a guardare e venderà cara la pelle ma dall'altra parte ci saranno le merengues che sognano la terza finale consecutiva e soprattutto di mettere in bacheca la Champions numero tredici della loro storia.

Nel primo tempo il Bayern prova subito ad azzannare il Real con Lewandowski che sfrutta l'errore di Carvajal e serve Mueller che però non riesce a battere Ulreich. Il Real cresce ma la partita non si sblocca e ci vuole un brutto errore di Keylor Navas per regalare il vantaggio ai padroni di casa che segnano con Kimmich che aveva in realtà messo in mezzo un cross valutato malissimo dal portiere blancos. Ribery al 35' spreca una grandissima chance per raddoppiare e si allunga troppo il pallone a tu per tu con Navas. Hummels e Mueller mettono paura al Real che però ha sette vite come i gatti e pareggia al minuto 44' con Marcelo che batte con un sinistro preciso e angolato Ulreich. Al 46' Navas salva in due tempi su Lewandowski. Nella ripresa prova a farsi vedere anche Cristiano Ronaldo ma il suo destro finisce in fallo laterale. Al 57, però, il Real raddoppia: Rafinha perde una palla sanguinosa e Vazquez parte in contropiede e la mette al centro per Asensio che tutto solo fa secco Ulreich. Ribery, tra il 59' e il 63', chiama a due grandi interventi Navas, mentre al 68' si accende una mischia in area di rigore del Real ma né Javi Martinez né Mueller ne riescono ad approfittare. Ribery al 69' chiama all'intervento in angolo Navas, mentre due minuti dopo Kuipers annulla un gol a Cristiano Ronaldo: tocco di braccio del portoghese. Benzema prova ad entrare nel tabellino dei marcatori ma Ulreich gli dice no. Lewandowski, all'88', si divora il gol del pareggio a tu per tu con Navas e la mette sul fondo.