Claude-Boxberger positiva: allenatore le inietta Epo a sua insaputa

La 31enne campionessa nazionale dei 1500 e 3000 siepi Ophelie Claude-Boxberger è risultata positiva ad un controllo antidoping effettuato sorpresa: il colpevole è il suo allenatore Alain Flaccus

Il mondo dell'atletica è scossa da una notizia che ha dell'incredibile: la francese Ophelie Claude-Boxberger è stata tradita dal suo allenatore che le ha iniettato dell'Epo a sua insaputa. La campionessa nazionale dei 1500 e 3000 siepi aveva anche denunciato il suo ex tecnico per violenza sessuale e il movente sarebbe stata la relazione tra la 31enne transalpina e il medico della nazionale francese.

Secondo quanto riporta il Corriere.it la Boxberger è stata sottoposta a sorpresa ad un test antidoping lo scorso 18 settembre ed è dunque risultata positiva all'Epo. La 31enne di Montbeliard tra l'altro avrebbe da tempo fatto perdere la testa allo storico medico della nazionale di atletica Jean-Michel Serra, di 25 anni più grande di lei, che per questa ragione avrebbe anche lasciato moglie e figli.

La ricostruzione

La sua positività è venuta fuori solo oggi a distanza di 74 giorni da quel test effettuato a sorpresa a metà settembre con l'agenzia antidoping che un anno fa venne a conoscenza che il dottor Serra aveva chiesto agli ispettori di essere un po' più teneri nei controlli della Boxberger per non minarne lo stato d'animo, già fragile. Alain Flaccus, compagno della madre di Ophelie di 62 anni, sarebbe stato l'artefice di questa cosa terribile e meschina nei confronti dell'atleta francese e l'avrebbe fatto per gelosia. Dieci anni fa circa Flaccus era stato radiato dalla Federazione francese dopo che la Boxberger l'aveva denunciato per violenza sessuale. La 31enne avrebbe poi però ritirato la denuncia per non stravolgere i già delicati equilibri familiari ma il compagno della madre

Ophelie infatti affermò: "Lo perdonai perché me lo chiese mamma, ma la ferita non si era cicatrizzata". La vendetta è un piatto che va servito freddo e Flaccus ha fatto proprio così nei confronti della sua figliastra dato che ai gendarmi che l'hanno arrestato ha ammesso di aver iniettato Epo alla Boxberger. Il tutto è avvenuto durante un massaggio, dopo averla rilassata fino ad addormentarla e il movente sarebbe stato proprio il suo rapporto intimo con il medico Serra. Flaccus ha dichiarato di essersi procurato l'Epo in un parcheggio e da una persona con un forte e marcato accento dell'est. Se questa si tratti solo di una bufala o della verità non è dato a sapere al momento: di certo resta una situazione che ha dell'incredibile e che non finirà di certo bene per i protagonisti.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?