Dani Alves assalito da uno sciame di vespe: interrotta la partita del San Paolo

L'ex difensore di Barcellona e Juventus Dani Alves stava per battere un calcio d'angolo ed è stato assalito da uno sciame di vespe nei pressi della bandierina

Dani Alves è uno dei giocatori più vincenti della storia del calcio e a 36 anni ha deciso di andare a chiudere, forse, la sua carriera in Brasile tra le fila del San Paolo. L'ex terzino di Bahia, Siviglia, Barcellona, Juventus e Psg ha giocato quasi 800 partite in carriera con i club e segnato oltre 50 gol mettendo in bacheca la bellezza di 38 titoli tra nazionali e internazionali con tre Champions League, due Coppe Uefa, quattro Supercoppe Europee e tre mondiali per club conquistati.

Dani Alves è ancora nel giro della nazionale brasiliana con cui dal 2006 ad oggi ha messo insieme 116 presenze condite da 8 reti e diversi titoli vinti tra cui due Confederations Cup e due Copa America. Il 36enne di Juazeiro, dunque, ne ha viste tante in carriera ma non si sarebbe mai aspettato di essere assalito da uno sciame di vespe durante il match di campionato contro il Fortaleza, vinto per 2-1 dal suo San Paolo.

L'ex giocatore della Juventus si trovava in attacco, nei pressi della bandierina e stava per calciare dal corner. In un attimo è stato assalito da queste vespe che si trovavano proprio sul calcio d'angolo con l'arbitro che è stato costretto a sospendere il match per circa cinque minuti per consentire a Dani Alves di essere assistito dal personale medico. Per fortuna l'ex di Barcellona, Siviglia e Psg non ha riportato gravi conseguenze ed ha potuto finire concludere il match.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?