Dembélé sparito Borussia lo multa Il Barça lo vuole

Mistero Dembélé. Non è una puntata di Chi l'ha visto, ma poco ci manca. «Dembélé non si è presentato agli allenamenti. Non sappiamo il perché. Abbiamo provato a contattarlo e a raggiungerlo ma non sappiamo dove sia» così il Borussia Dortmund, club dove milita l'attaccante francese. Dietro a tutto questo mistero si cela una squadra, il Barcellona, pronto a fare follie per il 20enne, già multato dal club «per assenza ingiustificata», che sta forzando la mano in ogni modo pur liberarsi dai gialloneri.

Dopo una prima offerta rispedita al mittente dai dirigenti del Borussia, i blaugrana sarebbero pronti ad offrire circa 130 milioni. D'altronde, i soldi al Barça non mancano dopo la cessione di Neymar.

In caso di uscita del francesino, più complicate le trattative Emre Mor-Inter e Aubameyang-Milan. Difficilmente, infatti, il Borussia si priverebbe di due attaccanti a pochi giorni dal via della Bundesliga.

Oltre a Emre Mor, in questi giorni l'Inter è tornata alla carica per Patrik Schick, scavalcando nella corsa al ceco la Juventus: ieri il centravanti della Samp ha superato la prova di idoneità ma non è stato inserito nella lista dei calciatori della nuova stagione. Un segnale che la cessione ai nerazzurri (per circa 30 milioni) è imminente.

Bianconeri ancora alla ricerca del centrocampista: dopo le piste Matuidi, N'Zonzi, Emre Can e Strootman, gira voce che la Juve avrebbe intenzione di pagare i 40 milioni di clausola rescissoria per Sergi Roberto, mezz'ala del Barça che può giocare pure terzino destro. Duttile come il pane...