Diletta Leotta: "Se sei interessato al calcio mi ascolti, se no mi guardi". Ravezzani all'attacco

Fabio Ravezzani è entrato in gamba tesa su Diletta Leotta per alcune sue dichiarazioni al Sun: "Spero sia un errore di traduzione. In caso contrario, mille colleghe brave, serie e preparate hanno tutta la mia solidarietà"

Diletta Leotta crea sempre un motivo di discussione e anche in questo caso la sua intervista rilasciata al Sun ha colpito nel segno. L'ex giornalista di Sky oggi punta di diamante di Dazn, infatti, ha toccato diversi argomenti soffermandosi su uno dei suoi punti di forza, la bellezza: “È sempre meglio avere più frecce nel proprio arco. Quindi, se sei solo interessato al calcio, senti le mie parole, altrimenti mi guardi… Sto scherzando, ma la metafora è piuttosto azzeccata".

Fabio Ravezzani, direttore delle trasmissioni sportive di Telelombardia e direttore generale del Gruppo Mediapason, non ha affatto gradito le parole della Leotta e su Twitter ha espresso il suo pensiero molto duro e senza usare giri di parole: “È sempre meglio avere più frecce nel proprio arco. Quindi, se sei solo interessato al calcio, senti le mie parole, altrimenti mi guardi… Sto scherzando, ma la metafora è piuttosto azzeccata".

Naturalmente la 27enne catanese ha anche avuto modo di parlare del suo sogno di diventare giornalista e delle sue future ambizioni: “Giornalista? È sempre stato un mio sogno sin da quando ero bambina e intervistavo i miei amici dopo le partite di calcio. Oltre ai grandi giocatori, ho avuto la possibilità di incontrare i manager di calcio di maggior successo come Josè Mourinho o Carlo Ancelotti. Un giorno vorrei intervistare giocatori che giocano all’estero come Messi, Sergio Ramos, Salah, Kane, Neymar, nonché leggende della Premier League come David Beckham, Alan Shearer e Sir Alex Ferguson”.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

Commenti

Calmapiatta

Mer, 09/10/2019 - 17:05

La Diletta è stata scelta da DAZN per un solo...pardon, due motivi (cosa che la curva del Napoli ha opportunamente sottolineato). Sinceramente di ciò che dice la signorina Leotta non credo che interessi nulla a nessuno....

45WO708

Gio, 10/10/2019 - 14:37

Maronna che p@lle! Ma possibile che, in nome del politically correct, una non possa dire di sentirsi bella ed apprezzare l'ammirazione degli altri? Dovrebbe vergognarsi della sua bellezza per non mettere a disagio le sue colleghe? Che fra l'altro non mi sembra siano del "club delle racchie"!